Napoli, scoperta fabbrica di tute Adidas contraffatte: 4 denunce

Scoperta a Napoli una fabbrica abusiva di tute Adidas contraffatte. Dopo l’operazione scattano 4 denunce ed il sequestro di oltre mille capi.

Napoli adidas
L’operazione delle Fiamme Gialle (via Guardia di Finanza)

Scoperta della Guardia di Finanza a Somma Vesuviana, in provincia di Napoli, dove è stat scoperta una fabbrica abusiva di tute Adidas. L’operazione delle Fiamme Gialle è avvenuta in un locale di 100 metri quadrati proprio nella provincia partenopea, ed ha portato a quattro denunce. Infatti sotto indagine i quattro cittadini cinesi con residenza tra Terzigno e la stessa Somma Vesuviana.

L’operazione dei finanzieri è partita dopo il sospetto di uno degli agenti, che non vedendo l’insegna per il riconoscimento dell’attività ha deciso di entrare nel negozio, procedendo ad un controllo ordinario. All’ingresso è stata rinvenuta una vera e propria fabbrica, dotata di attrezzatura per l’assemblaggio della merce. Al suo interno erano presenti anche operai provenienti dalla provincia cinese di Fujian e del Liaoning. Gli operai, al momento dell’operazione, erano impegnati nella cucitura delle tute.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino coronavirus, Burioni: “Casa farmaceutica ha una data”

Napoli, sequestrata fabbrica di tutte Adidas contraffatte: l’operazione

Napoli adidas
Foto Guardia di Finanza di Napoli

Durante l’operazione, gli agenti della Guardia di Finanza hanno rinvenuto: più di 1000 capi contraffatti, materiale idoneo al confezionamento di vestiti, 19 macchine elettriche di ultima generazione utilizzate per la cucitura, 6 banchi da lavoro, 625 rotoli di cotone e 760 di stoffa elastica, 13.000 etichette di stoffa con false scritte “Made in Italy”, 600 parti di stoffa ritagliate e utilizzate nella cucitura delle tute.

Come se non bastasse, i lavoratori della fabbrica erano obbligati ad operare senza il rispetto delle norme igieniche e mediante una gestione illecita di rifiuti. Infatti sono stati trovati anche una gestione illecita di rifiuti. Così i finanzieri hanno deciso di sequestrare l’intero sito di produzione di produzione, insieme a tutto il materiale contraffatto pronto ad essere messo sul mercato.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Nuovo Dpcm tra domani e lunedì, tutte le possibili misure

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !