Napoli capitale italiana del libro: arriva la candidatura

La città di Napoli si candida a diventare capitale italiana del libro. Il progetto prevede un anno di eventi legate alla cultura.

Napoli capitale libro
La candidatura della città partenopea (Pixabay)

Napoli si candida a diventare capitale del libro, arriva l’annuncio da parte del Comune con una nota ufficiale. Infatti il progetto presentato dal sindaco Luigi De Magistris prende il nome di: “BiblioCity, Napoli che legge, che narra, che scrive,che ascolta” e prevede un anno di eventi legati alla lettura, che si dovrebbe aprore con l’ormai storico appuntamento di “ Maggio dei Monumenti” che nel 2021 giungerà alla sua 21esima edizione. La fiera, in occasione della candidatura, sarà dedicata totalmente alla lettura.

Nella nota pubblicata si legge che i vari luoghi simbolici della città verranno riscoperti sotto la luce della lettura, alla luce dello stretto legame tra letteratura moderna e contemporanea napoletana. Inoltre nel corso dei mesi si alterneranno alcuni appuntamenti pronti a coinvolgere tutta la città. Tra gli appuntamenti più importanti troviamo “Napoli di Febbraio“, dedicato ai percorsi letterari della letteratura al femminile. Mentre in autunno ci sarà un appuntamento dedicato alla scrittura per il cinema e per il teatro, infine gli eventi si concluderanno a Natale, con eventi dedicati alla scrittura d’infanzia.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Napoli, scoperta fabbrica di tute Adidas contraffatte: 4 denunce

Napoli, la candidatura a capitale del libro: tanti ospiti

Napoli capitale libro
Tutti gli ospiti degli eventi (Pixabay)

Tantissimi scrittori partenopei hanno aderito alle iniziative, tra cui anche i celebri: Erri de Luca, Maurizio De Giovanni, Diego De Silva, Alessio Forgione, l’Associazione di scrittori e scrittrici “l’Altra Galassia” che comprendono gli scrittori Valeria Parrella e Massimiliano Virgilio. Ma non solo, infatti, parteciperanno all’evento anche gruppi di editori come Dante&Descartes, che viene da uno straordinario Nobel per la letteratura, o anche Colonnese, Guida Editori, Polidoro, Homo crivens,Valtrend,InKnot, Langella, Martin Eden e tanti altri. All’evento saranno presenti anche tante librerie, associazioni ed istituti di studio e ricerca.

Così Napoli prova ad accrescere il proprio valore in campo europeo. La città presenterà una serie di eventi che potrebbero portare anche alla nomina di capitale del libro. Infatti, come afferma l’assessore alla Cultura del Comune di Napoli, Eleonora De Majo: “La presentazione della candidatura è stata una occasione per ricostruire una rete, preziosa, che non smarrita e che rappresenta una delle ricchezze della nostra città“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Frattamaggiore, fugge all’alt dei carabinieri: preso 46enne con precedenti

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !