Covid, canottaggio: 89 azzurri in isolamento, focolaio dopo gli Europei

Il Covid-19 colpisce anche la nazionale di canottaggio italiana. Dopo gli Europei sono stati rilevati 89 casi di positività.

Covid Canottaggio
Focolaio nella nazionale italiana, 89 positivi (Federazione Italiana Canottaggio)

Scoppia il focolaio da Covid-19 nella nazionale italiana di canottaggio. Infatti dopo gli Europei svolti in Polonia, sono ben ottantanove le persone della delegazione azzurra messe in quarantena. Non solo atleti in quarantena, infatti sono risultati positivi al Coronavirus anche alcuni membri tra staff tecnico, dirigenti e media al seguito.

La competizione svolta in Polonia ha portato grandi soddisfazioni alla delegazione, che ha portato a casa ben undici medaglie con le 21 barche schierate alla partenza, 17 delle quali arrivate nelle finali. Tornati a casa, tutta la delegazione si è messa in isolamento fiduciario. In seguito al tampone, due atleti sono risultati positivi con sintomi, facendo scattare l’allarme in tutta la delegazione.

Per prepararsi agli Europei in pieno organizo, la Federazione Italiana aveva deciso di creare una bolla a Sabaudia, in pieno stile NBA. Dopo la preparazione, tutta la delegazione è risutlata negativa ai tamponi di routin, così sono partiti per Poznan 89 membri della Nazionale. Al rientro in casa però è arrivata la brutta notizia, con tutti i membri della Federazione in quarantena a causa del diffuso contagio.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Napoli, prende a calci un gatto e lo riduce in fin di vita – VIDEO

Covid, 89 azzurri della delegazione di canottaggio in isolamento: positivo anche Mencarelli

Covid Canottaggio
Tra i positivi anche il CT di nuoto Alessandro Mencarelli (WebSource)

L’Italia è stata la nazionale che si è presentata agli europei con più barche al via, ben 21. Gli Europei sono stati un successo come rispecchia il medagliere. Infatti gli azzurri sono arrivati, secondi dietro solamente dietro l’Olanda. I ragazzi della Nazionale hanno infatti conquistato 11 medaglie: 4 ori, 5 argenti e 2 bronzi.  Il vero successo è arrivato dalla categoria doppio dei pesi leggeri maschile, con la coppia Oppo-Ruta.

La notizia negativa è arrivata solamente al rientro, con un vero e proprio focolaio nella nazionale azzurra. Cresce il sospetto di un contaggio sulle navette dell’organizzazione, visto che gli azzurri erano alla manifestazioni in piena sicurezza, con anche le mascherine Ffp2. Così in seguito ai vari tamponi risultati positivi, è stato disposto l’isolamento fiduciario per tutti i membri delle delegazione.

Nel bollettino dei positivi tra gli sportivi,  è spuntato anche il nome di Alessandro Mencarelli, CT della Nazionale di Nuoto. Tra i tanti atleti, Mencarelli è anche allenatore del campione Luca Dotto. Sotto la sua guida, Dotto conquistò l’argento mondiale nei 50 sl a Shanghai. Il coach è positivo insieme alla moglie ed al momento allena tre atleti: Vendrame, D’Angelo e Ferraioli. Anche i tre nuotatori, al momento, sono in isolamento dopo la positività di Mecarelli.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Reddito cittadinanza, aumentano i beneficiari: da setttembre +25%

L.P.

Per altre notizie sul mondo dello Sport, CLICCA QUI !