Addio a Gianfranco De Laurentiis, giornalista storico conduttore di Dribbling

È morto Gianfranco De Laurentiis, giornalista Rai e volto noto per aver condotto le più note trasmissioni sportive

Gianfranco De Laurentiis
Gianfranco De Laurentiis (foto Facebook Operazione Nostalgia)

Si è spento nella notte a Roma all’età di 81 anni Gianfranco De Laurentiis, giornalista Rai che in molti ricordano in particolare per la conduzione di Dribblig, programma del sabato pomeriggio, ma non solo: Domenica Spring (affiancato anche da una giovane Antonella Clerici), La giostra del Gol e Pole Position, format sulla Formula 1.

Romano, aveva cominciato con il Corriere della Sera poi entrò in Rai nel 1972 e quattro anni dopo anni l’incarico di direttore dello sport al Tg2. Da allora fino al 1994 ha curato Eurogol, programma dedicato alle Coppe Europee, allora tre con la Coppa delle Coppa oltre alla Coppa Uefa (oggi Europa League) e alla Champions che proprio in quegli anni cambiò nome dalla Coppa dei Campioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tumore alla prostata, al Pascale di Napoli importante scoperta

Gianfranco De Laurentiis, Dribbling e quelle storie al margini

 

Non poteva mancare nella sua carriera la conduzione della più nota e longeva trasmissione televisiva della Rai, la Domenica Sportiva, che guidò per qualche anno. Poi ci fu il programma Dribbling al quale il suo volto viene sempre associato per il gran successo.

Un appuntamento fisso del sabato pomeriggio dubito dopo pranzo. Un rotocalco principalmente di calcio ma non solo. Varie sono state le storie sportive raccontate dalla trasmissione, fatti quasi nascosti che si mischiavano con episodi sociali portati alla ribalta sullo schermo. Un modo asciutto, semplice e professionale quello di De Laurentiis, amato da molti sportivi e tifosi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, scoperchiata la truffa dei tamponi: un medico tra gli indagati