Scuola, Azzolina: “Ragazzi felici del ritorno in classe, ci devono rimanere”

Il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, è tornata a parlare del ritorno a scuola degli studenti: respinte le proposte della didattica a distanza

Concorso Scuola

Il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha parlato ai microfoni dell’Ansa della possibilità di proseguire con la didattica a distanza dopo il ritorno in classe a distanza di un mese. In molti temono il progredire verso l’alto dei contagi ed hanno puntato il dito contro gli edifici scolastici che pare possano essere il principale luogo di trasmissione del virus. “I ragazzi sono felici del ritorno a scuola. E devono rimanerci. La didattica in presenza è fondamentale anche per i più grandi perché garantisce formazione ma anche socialità, che altrimenti i giovani andrebbero a cercare in altri luoghi. Alto numero di contagi? I numeri e le analisi dell’Istituto Superiore di Sanità ci confermano che non avvengono dentro le scuole. L’attenzione deve essere invece orientata ad attività extra scolastiche come ribadiamo da tempo”.

LEGGI ANCHE—> Coronavirus, a Napoli chiusa scuola e dipartimento universitario

Scuola, Conte ed Azzolina in visita a San Felice a Cancello

Coronavirus stato di emergenza

L’Azzolina, insieme al premier Giuseppe Conte, hanno fatto visita agli studenti ed insegnanti della scuola media Felice Gesuè a San Felice a Cancello (Caserta): “Se avete dei sogni per il vostro futuro, studiando ed impegnandovi potete realizzarli. Tutto può essere alla vostra portata. Buono studio”, questo il breve saluto del presidente del consiglio ai ragazzi. Nei mesi scorsi la scuola visitata era stata vittima di furti ed atti vandalici. Ora sono stati destinati a lei diversi fondi per l’acquisto di tablet da utilizzare per la didattica a distanza integrativa.

LEGGI ANCHE—> Venezuela, direttore del quotidiano Correo del Caron arrestato per 4 ore