Eboli, arrestato sindaco Cariello: era stato appena rieletto

Eboli, il sindaco Massimo Cariello ai domiciliari. Nell’inchiesta del Pm Francesco Rotondo le assunzioni per cariche al lui vicine

eboli arrestato sindaco

Massimo Cariello aveva appena ottenuto di nuovo la poltrona di sindaco di Eboli, in provincia di Salerno, nell’ultima tornata elettorale, al primo turno. Oggi è stato arrestato ed è finito ai domiciliari, come riporta Repubblica. Esponente del centrosinistra, Cariello è coinvolto nell’inchiesta che ha anche portato all’interdizione dai pubblici uffici quattro funzionari del suo Comune e di quello di Cava de’ Tirreni.

L’ipotesi di reato della procura di Salerno del Procuratore Capo Giuseppe Borrelli è corruzione, rivelazione di segreti d’ufficio, abuso d’ufficio e falso ideologico. Nel mirino degli inquirenti ci sono delle procedure concorsuali per assumere persone vicine al sindaco.

Grazie Eboli, la nostra energia. Oltre 80% di consensi per amministrare ancora la nostra amata Città. Il risultato…

Gepostet von Massimo Cariello am Mittwoch, 23. September 2020

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Napoli, incidente a via Foria: muore uomo investito dalla Polizia

Eboli, arrestato sindaco Cariello: la carriera politica

Classe 1970, fin da giovane Cariello si è sempre occupato di politica nella sua città. Nel 2000 fu eletto Presidente del Consiglio Comunale e l’anno successivo assessore con delega alle politiche giovanili. Nel 2004 alle elezioni provinciali fu il candidato eletto con più preferenze e nominato assessore al lavoro e ancora con la delega per le politiche giovanili come a Eboli.

Nel 2010 si candidò a sindaco di Eboli ma perse al ballottaggio. Nel 2015 l’elezione che gli consegnò la fascia tricolore e poche settimane fa riottenne la riconferma con circa l’80% dei voti. Oggi un nuovo capito con l’arresto e i domiciliari, proprio nel giorno in cui si sarebbe dovuto tenere la prima riunione della nuova giunta. Ieri infatti era avvenuto la proclamazione degli assessori e dei consiglieri. Già lo scorso anno fu coinvolto in un’inchiesta giudiziaria riguardanti le telecamere di videosorveglianza.

In attesa di chiarire i fatti della vicenda che lo vedono coinvolto, il sindaco dovrebbe ora esse sostituito nelle funzioni dal suo vice, Luca Sgroia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Blitz nel clan Orlando-Nuvoletta, arrestato figlio del boss defunto