Covid, polizia pronta ad intervenire su segnalazioni: zero tolleranza

Cambiano le norme anti-Covid, con la polizia pronta ad intervenire su segnalazione. Non ci sarà più tolleranza sugli assembramenti.

Covid Polizia
Non saranno tollerati gli assembramenti con le nuove norme (Screenshot)

Negli ultimi due mesi abbiamo visto un aumento radicale dei contagi, anche causati dalla stagione estiva in cui gli assembramenti sconsiderati erano alla norma del giorno. Così lo stato è tornato a chiedere responsabilità ai cittadini, in attesa che escano le nuove norme restrittive del Dpcm. Al momento l’unica regione che è tornata ad imporre il pugno duro è proprio la Campania. Infatti il governatore De Luca ha ripreso il coprifuoco, con tutti i locali che dovranno chiudere alle 23:00.

Intanto iniziano ad uscire le prime indiscrezioni sul nuovo DPCM. Infatti la sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, ha annunciato grosse strette e sanzioni pesanti. Infatti come riportato da Zampa: “C’è anche la possibilità di riportare in campo l’esercito e si rischiano sanzioni da 400 a 3 mila euro“. Inoltre maggiori responsabilità affidata a polizia, carabinieri e guardia di finanza, come afferma il Viminale. Infatti dovranno essere intensificati i controlli, come avvenne dopo la quarantena.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Regno Unito, 16enne pestata sull’autobus: non indossava la mascherina

Covid, più controlli da parte della polizia: sanzioni pesanti per i trasgressori

Covid Polizia
Le indiscrezioni sul prossimo DPCM (Getty Images)

Sul nuovo DPCM si è espresso anche Bruno Frattasi, capo di gabinetto del ministero dell’Interno. Infatti Frattasi ricorda che per contenere la pandemia è richiesto un notevole impegno non solo da parte dei cittadini, ma anche dalla parte delle autorità. Inoltre si dovrebbe creare una sinergia tra sistema pubblico, statale, regionale e locale.

Così anche Frattasi annuncia una collaborazione tra polizia, Vigili Urbani ed i militari per strade più sicure. Anche se ha precisato lo stesso capo di Gabinetto, che difficilmente un vigile si metterà a rincorrere un uomo che cammina senza mascherina. Anche se Frattasi ha aggiunto: “È pure vero che se durante i pattuglioni di controllo della movida, dovessero riscontrare troppi assembramenti e troppe persone senza dispositivi di protezione, scatterà l’intervento e l’eventuale sanzione“.

In merito alle sanzioni e alle misure maggiormente restrittive, in giornata è intervenuto anche il Ministro della Salute, Roberto Speranza. In merito il ministro ha ricordato che il distanziamento ed il rispetto del divieto di assembramenti vanno resi ancora più esecutivi.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Stomaco asportato per errore, medico condannato a 2 anni di carcere

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !