Stomaco asportato per errore, medico condannato a 2 anni di carcere

Stomaco asportato per errore in un intervento di quattro anni fa: il tribunale di Monza condanna il medico. 300mila euro alla paziente

Stomaco asportato per errore
Intervento chirurgico (Getty Images)

Alla signora le era stato diagnosticato un tumore maligno e le era stato asportato lo stomaco in un intervento presso il MultiMedica a Sesto San Giovanni nel 2016. Oggi il Tribunale di Monza ha condannato il medico che aveva eseguito l’operazione, Valerio Ceriani, a due anni di carcere, senza a sospensione della pena, per lesioni colpose gravissime.

Per il medico è stata anche disposto l’interdizione dalla professione per due anni. Ma la sentenza condanna il chirurgo e il responsabile civile della MultiMedica anche  versare una provvisionale di 300mila euro alla donna che aveva subito l’intervento e 20mila al marito. Angela Colella, in giudice, ha però assolto la dottoressa che era stato il secondo operatore nell’intervento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>Mondragone, tragico incidente con auto ribaltata: ci sono vittime e feriti

Stomaco asportato per errore, per l’accusa gli esami erano stati mal interpretati

L’Intervento fu effettuato nell’aprile 2016 e da allora la signora, di anni 53, ha vissuto senza stomaco. Secondo il Pm che ha sostenuto l’accusa, erano stati male interpretati gli esami effettuati qualche settimana prima dell’intervento e pertanto anche la struttura è stata considerata responsabile.

Dagli atti giudiziari resta inspiegabile anche la decisione di non eseguire l’asportazione parziale dello stomaco e non sarebbero state rispettate le linee guide per quest’intervento. In questi anni nei quali la signora ha vissuto senza un organo ha perso trenta chili. Il processo non si ferma qui e tra quasi un anno, il prossimo 17 settembre, è prevista una nuova udienza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus Campania, il bollettino del 6 ottobre: superati i 15mila contagi