Covid Campania, De Luca lavora all’ordinanza: stop a movida

Crescono ancora i casi di Covid in Campania, con De Luca che pensa alla nuova ordinanza. Stop a movida e chiusura alle 23 di bar e ristoranti.

Covid-19 Campania
Il governatore campano pianifica la nuova ordinanza (foto pagina Facebook)

Manca pochissimo alla pubblicazione della nuova ordinanza del governatore Vincenzo De Luca. Infatti nelle ultime settimane abbiamo visto un grandissimo incremento dei contagi in Campania, e seppur come afferma De Luca “il 98% sono asintomatici”, la situazione resta preoccupante. Infatti stando ai dati si può parlare di un vero e proprio focolaio campano, a causa dei numeri da primato nazionale.

Secondo le prime indiscrezioni, sembrerebbe confermato lo stop alla movida. Infatti locali, bar e ristoranti dovranno abbassare le serrande a partire dalle ore 23:00. Inoltre l’ordinanza dovrebbe essere confermata per il 20 ottobre, ossia da 15 giorni. La regione, infatti, vuole ancora controllare se ci sarà un ulteriore aumento dei contagi. Al momento l’unica cosa certa è che si torna alla mascherina all’aperto, non solo in Campania ma sull’intero territorio nazionale.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Coronavirus, il bollettino del 4 ottobre: in calo i casi. Diminuiscono i tamponi

Covid Campania, De Luca firma nuova ordinanza: le novità

Covid Campania
Vincenzo De Luca in conferenza stampa (Getty Images)

La nuova ordinanza di De Luca dovrebbe bloccare nuovamente la movida, per la rabbia ed il dispiacere di tutti i proprietari di locali, ristoranti e bar. Infatti queste attività dovranno chiudere a partire dalle ore 23:00. Inoltre stando alle indiscrezioni, l’ordinanza è estesa anche a gelaterie e pasticcerie. Inoltre i locali potranno riaprire solamente alle ore 6 del giorno dopo.

Nell’ordinanza arriverà anche l’avviso a ristoranti, pizzerie, pub, vinerie e kebab obbligati a prevedere l’ultimo ingresso dei clienti e degli avventori da trasporto alle ore 23. Le consegne a domicilio, inoltre, non avranno limiti d’orario, con i fattorini che dovranno lasciare i prodotti fuori alla porta di coloro che ordinano con le varie app.

Infine con l’ordinanza, il governatore conferma anche tutte le limitazione imposte fino ad oggi. E’ quindi confermato l’obbligo di mascherina anche all’aperto, mentre per l’attività commerciali c’è l’obbligo di predisporre soluzioni idroalcoliche per l’igienizzazione delle mani dei clienti, oltre che l’utilizzo della mascherina per proteggere le vie respiratorie.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Elezioni comunali, ballottaggi: vince l’astensionismo

L.P.

Per altre notizie di Politica, CLICCA QUI !