Napoli, bomba della seconda guerra mondiale: intervengono gli artificieri

Napoli, a Carbonara di Nola è stata ritrovata una bomba a mano risalente al secondo conflitto mondiale da un uomo nel suo terreno agricolo 

Napoli bomba
Carabinieri artificieri (Getty Images)

Ancora residui della seconda guerra mondiale. In un terreno agricolo a Carbonara di Nola il proprietario ha ritrovato una bomba a mano. Ha immediatamente avvertito le forze dell’ordine che sono subito intervenute sul posto vista la pericolosità della situazione.

Circoscritta l’area interessata, gli artificieri del comando provinciale dei carabinieri hanno fatto deflagrare l’ordigno senza particolari problemi. Il loro intervento non ha provocato danni a cose o persone e non ha neanche provocato disagi.

Quello di oggi è stato l’ennesimo ritrovamento. Spesso la cronaca racconta di fatti del genere soprattutto in zona agricole e in particolare in quell’area. Nel corso negli anni non sono mancati anche ritrovamenti in mare aperto e il più delle volte sono accadimenti fortunosi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, cede un rivestimento della galleria Vittoria: traffico in tilt

Bomba della seconda guerra mondiale, due settimane fa ritrovamento nella stessa area

bomba
Carabinieri (Pixabay)

Nei terreni del napoletano già altre volte sono stati ritrovati ordigni, grandi o meno grandi, fatti esplodere dagli artificieri. Oggi è emersa una bomba a mano ma i formati che riemergono dai terreni sono tra i più disparati ma tutti appartenenti alla seconda guerra mondiale, sia di uno schieramento sia dell’altro.

Proprio a Carbonara di Nola sono già state ritrovate altre bombe, alcune esplose e quindi innocue. In quella stessa area l’ultimo ritrovamento risale a circa due settimane fa, a Poggiomarino, ma non sono mancati anche a San Giuseppe Vesuviano e a Terzigno, comuni più vicini al Vesuvio.

Che dopo più di settant’anni riemergano ancora ordigni di quel conflitto dà indicazioni cosa fu quell’evento e di come l’intero territorio italiano nasconda ancora oggetti pericolosi che di tanto in tanto emergono dai terreni e dal mare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Terremoto a Messina, almeno due le scosse: paura tra la popolazione