Caserta, carabiniere ucciso: è stato investito mentre faceva jogging

Caserta, a Formicola il maresciallo Antonio Montaquila è stato investito ed è morto sul colpo. Arrestato il conducente

Caserta
Antonio Montaquila (foto profilo Facebook)

Tragedia a Capua, in provincia di Caserta: il maresciallo Antonio Montaquila, di trentasette anni, ieri sera è stato investito ed è morto sul colpo mentre faceva jogging.

Nella notte la Polizia Stradale ha arrestato un ragazzo di ventuno anni che è risultato positivo al test per l’uso di stupefacenti. Il conducente guidava con eccessiva velocità e avrebbe perso il controllo della vettura finendo sul marciapiede.

Erano le 19 circa di ieri e proprio il quel momento il maresciallo transitava in quel punto mentre correva. Per lui purtroppo non c’è stato nulla da fare. Era sposato e aveva un figlio di sei anni. Originario di Vairano Paterona, da poco era stato trasferito dalla Compagnia di Capua (dov’era il sottoufficiale più giovane) alla stazione di Formicola che avrebbe dovuto assumere il ruolo di vice comandante.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Sparatoria Torvaianica, morto il 38enne ferito domenica scorsa

Caserta, carabiniere ucciso: sul luogo dell’incidente i colleghi

Grande commozione nell’Arma dei carabinieri per la scomparsa del collega Antonio Montaquila. Sono stati i suoi stessi colleghi ad accorrere sul posto e a trovare il corpo di Antonio privo di vita.

Sull’auto che l’ha investito c’erano due persone ma ogni particolare della dinamica è al vaglio degli inquirenti. Il tragico fatto è avvenuto in via Tifatina, la strada che costeggia il fiume Volturno e che da Capua arriva fino a Sant’Angelo in Formis, vicino Santa Maria Capua Vetere.

Era conosciuto e apprezzato dall’Arma tanto da assumere la carica di sottoufficiale ancora giovane nella vecchia caserma da dove si era trasferito. In queste ore molti lo ricordano sui social, colleghi e non.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Coronavirus, Speranza: “I prossimi mesi non saranno semplici”