Pasquale Zagaria, torna in carcere il boss dei casalesi

Pasquale Zagaria torna in carcere. Il boss dei casalesi era agli arresti domiciliari dallo scorso aprile, ora è stato trasferito a Opera

Pasquale Zagaria
Pasquale Zagaria (foto web)

Torna in carcere il boss dei casalesi Pasquale Zagaria, fratello di Michele. Il boss era agli arresti domiciliari dallo scorso aprile quando era detenuto a Sassari. La sua scarcerazione, come quelle di altre, aveva provocato le polemiche che si erano scatenate allora in particolare con il ministro della giustizia Bonafede e Francesco Basentiti, il direttore del Dap, il Dipartimento Amministrazione Penitenziaria, che nei primi di maggio si era dimesso in seguito alla bufera scatenata dall’uscita dei boss dalle carceri.

Questa mattina Pasquale Zagaria è stato trasferito nel carcere milanese di Opera, la struttura ritenuta idonea dal Dap.

Zagaria è malato da tempo e a fronte dell’emergenza sanitaria il tribunale di Sorveglianza di Sassari aveva chiesto il trasferimento del boss ma a causa di una querella con il Dap per la mancanza di alcune comunicazione, il boss fu trasferito a Brescia dov’è il domicilio della sorella.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lecce, duplice omicidio in appartamento: uomo fugge con coltello

Pasquale Zagaria, scaduti ieri i tempi dei domiciliari

Viste le condizioni di salute, i giudici sardi avevano disposto che il tempo massimo di detenzione ai domiciliari fosse di cinque mesi. Scaduto ieri il termine, i giudici di Brescia, ai quali era passato il fascicolo della vicenda, hanno segnalato la scadenza e su indicazioni del Dap hanno disposto il trasferimento a Milano.

Casertano, 62 anni, Zagaria era ricercato dal 1995, fu arrestato dalla squadra Mobile di Napoli dopo anni di indagini in un bunker a Casapesenna nel dicembre 2011.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Peppino Caldarola è morto questa mattina: aveva 74 anni