Blatte, la furia di De Magistris: “Nessuna emergenza, pronti ad azioni legali”

Un furia: Luigi De Magistris è furibondo per il tanto parlare della presunta emergenza blatte a Napoli. Il primo cittadino partenopeo è pronto ad azioni legali per difendere l’immagine della città e non usa certo parole al miele a margine della firma del protocollo sul turismo con il presidente della Camera di Commercio, Maurizio Maddaloni.

“Non c’è nessuna emergenza blatte a Napoli – le parole del sindaco sul clamore suscitato in questi giorni dalla presenza di blatte in città-. Sono indignato per quanto si legge anche in queste ore sulla stampa francese”. Proprio per questo il sindaco ha spiegato di aver dato mandato ai legali di Palazzo San Giacomo di dare il via “ad azioni civili nei confronti di tutti coloro che stanno danneggiando l’immagine della nostra città, partendo proprio da alcuni articoli pubblicati su giornali francesi”.

De Magistris ritiene, infatti, che la presenza di blatte in città sia stata ingigantita dalla “presenza di una regia politica di chi è infastidito dal riscatto di Napoli” e rimarca: “Ho girato tutto il mondo e ho trovato davvero di tutto: topi, blatte, scarafaggi. In alcune importanti città del nostro Paese i negozi sono costretti a chiudere per la presenza delle blatte, mentre a Napoli la situazione è sotto controllo“. Gli insetti rossi che tanto hanno fatto parlare di sé, fino a varcare i confini italiani e finire sulle pagine di ‘Le Monde’, non sono una preoccupazione per il sindaco che ci tiene a sottolineare gli interventi importanti effettuati dall’amministrazione comunale “tenuto conto i tagli alle Asl effettuati dalla Regione”.