Ztl, il Comune studia le modifiche: viale Dorhn diventa parcheggio

Avanti tutta, ma non senza prestare orecchio alle proteste che si sollevano da più parti: il Comune di Napoli non ha intenzione di fare passi indietro sulla pedonalizzazione del lungomare, ma studia le modifiche per permetteranno a tutti di condividere in maniera positiva il nuovo dispositivo che andrà avanti, per il momento, fino al termine di maggio.

La nuova ordinanza che prolungherà di un altro mese la Ztl di Chiaia sarà pronta per domani, ma già emergono alcune delle modifiche al vaglio dell’amministrazione comunale: secondo quanto riporta ‘Il Mattino’, infatti, l’assessore alla Mobilità Anna Donati, su indicazione del sindaco, è al lavoro per offrire ai cittadini due aree di parcheggio pubbliche. Le zone su cui si sta concentrando l’attenzione Palazzo San Giacomo sono Viale Dohrn e il fossato vicino al Maschio Angioino:  due luoghi che dovrebbero diventare parcheggi, in modo da consentire alle persone di arrivare vicino alla zona off limits per le auto avendo la possibilità di parcheggiare in aree di sosta pubbliche.

L’assessore è convinta che ben presto anche il coro di protesta che soffia contro la Ztl di Chiaia, sparirà come già successo con la pedonalizzazione del centro storico: appena saranno realizzati i varchi telematici, regolarizzati i permessi e presentato un piano complessivo, secondo la Donati, la situazione migliorerà. Intanto però i commercianti sono pronti a dare battaglia e oggi a via Partenope scatterà la serrata o “assemblea permanente” come la definisce Antonio Della Notte che, nonostante tutto, spende parole di elogio verso De Magistris : “Alcune scelte vanno fatte, abbiamo un grande sindaco con cui può cambiare qualcosa: noi chiediamo solo di farlo insieme, evitare che la Ztl diventi un ostacolo per i clienti che venivano dalla provincia e ora non si vedono più”.