Bollette alle stelle, arriva il Bonus gas: chi potrà richiederlo

Arriva il bonus gas per far fronte agli eccessivi importi delle utenze, tutto quello che c’è da sapere e come fare per ottenerlo

Si continua a parlare del ‘caro vita’, soprattutto a causa delle bollette in moltissimi stanno vivendo momenti di grande preoccupazione. Il costo del gas è lievitato in modo davvero incredibile ed è per questo che è necessario fare qualcosa per superare questo difficile e delicato periodo.

Bonus gas
Soldi e gas (Screenshot da Facebook)

Le bollette spaventano attività, aziende ed ogni altro consumatore, a quanto pare però la situazione potrebbe presto cambiare. Lo scorso 23 agosto 2022 la Regione Basilicata ha varato una legge che prevede un contributo a fondo perduto destinato all’erogazione gratuita del gas.

Sarà gratuito solo il costo della materia prima e non anche quelli per il trasporto e le tasse. Finalmente l’importo delle bollette sarà decisamente più contenuto, questa condizione vale solo per la Basilicata o verrà estesa in tutta l’Italia? Sono in molti a sperare che anche le altre regioni possano fare lo stesso.

Incredibile calo sulla bolletta del gas, cosa fare per poter usufruire del servizio in Basilicata

Bonus gas
Bollette gas (Screenshot da Facebook)

Al momento solo la Basilicata però avrà la possibilità di usufruire di questo importantissimo ed utile servizio, per quanto riguarda le altre regioni non si sa ancora nulla.

Stando alle stime di alcune fonti, l’azzeramento del costo della materia prima farà diminuire in modo considerevole il prezzo della bolletta. Sembra addirittura che l’importo si dimezzerà dal momento che si prevede un calo del 50%.

A richiedere questo incredibile beneficio potranno essere solo coloro che sono residenti in Basilicata. In che modo? Sarà sufficiente inoltrare al sito della Regione Basilicata la domanda, si accede tramite lo SPID attraverso un contratto di erogazione di gas. Per ottenere il beneficio dovrà risultare intestato un PDR, un punto di rilascio per i consumi familiari e per l’utenza domestica riferita alla prima casa.

Impostazioni privacy