Oggi è un altro giorno verrà cancellato? L’annuncio di Serena Bortone

Oggi è un altro giorno è davvero a rischio di cancellazione? Interviene la diretta interessata, Serena Bortone: cosa ha detto.

Come ben sappiamo la nota conduttrice Serena Bortone è al timone del noto programma pomeridiano di Rai 1 Oggi è un altro giorno. Si tratta del talk di Rai 1 che, nella fascia oraria che va dalle 14 alle 15.55, deve competere con popolarissimi programmi di successo trasmessi da Canale 5 quali Beautiful, Una Vita e l’immancabile dating show Uomini e Donne condotto da Maria De Filippi.

oggi è un altro giorno
Il logo del programma Rai, Oggi è un altro giorno (via screenshot)

La Bortone ha portato a casa i risultati sperati con il suo programma Oggi è un altro giorno o la trasmissione è davvero a rischio cancellazione? Nonostante i vari programmi di successo che vanno in onda su altri canali tv e con cui si trova a competere, la Bortone è riuscita ad attirare sul suo programma un pubblico sempre più ampio. Sul futuro della trasmissione è intervenuta la stessa giornalista: scopriamo cos’ha detto.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

Oggi è un altro giorno: Serena Bortone interviene per chiarire la situazione

oggi è un altro giorno
Serena Bortone durante la conduzione del programma Rai Oggi è un altro giorno (via screenshot)

Serena Bortone ha confermato che ci sarà una nuova stagione 2022/2023 di Oggi è un altro Giorno. Queste sono le parole della conduttrice del programma di Rai 1: “Vedremo cosa inventarci. Un po’ la realtà ci detta l’agenda. Un po’ dovremo sempre cambiare. È l’unica chiave. Arriva dunque la conferma del fatto che i numeri portati a casa dal programma sono davvero soddisfacenti per i vertici Rai: la stessa Bortone ha affermato che il suo programma è riuscito a mantenere una media del 12,5% di share, esattamente come altri programmi prima del suo.

Questi ottimi risultati ovviamente sono stati raggiunti lentamente, il programma della Bortone è riuscito ad attirare un pubblico sempre più ampio col passare del tempo convincendo i telespettatori nell’arco dei mesi. Il tutto si è svolto attraverso un lavoro di perfezionamento del programma attraverso un processo di correzione di tutto ciò che richiedeva miglioramenti. “Abbiamo sperimentato come è normale in un format nuovo e originale, prodotto internamente in azienda, ma fin dall’inizio abbiamo capito che l’ascolto si andava via via consolidando. Abbiamo cominciato che eravamo al 10, dopo due settimane all’11. E così via. Vedevamo che il pubblico aumentava: lo scorso giugno l’ultima puntata ha fatto il 16,40 di share. Abbiamo capito che c’era un mare dove potevamo navigare”.