Digitale terrestre, a rischio nove canali: puoi risolvere con soli 20 euro

I cambiamenti del digitale terrestre, nei prossimi giorni, riguarderanno ben nove canali: puoi risolvere il problema con soli 20 euro.

Il nostro Paese, in questi mesi, sta attraversando un momento di evoluzione e forte cambiamento per ciò che concerne il mondo della tv. In particolare, durante la giornata dll’8 marzo, in Italia ci sarà lo switch-off che permetterà un’importante primo passaggio significativo. Assisteremo, infatti, alla conversione nel sistema DVB-T2. In questo modo tutti i programmi saranno visibili solo ed esclusivamente in HD.

digitale terrestre
Un telecomando con un tasto di accensione e spegnimento in primo piano (via pixabay)

Stando a quanto fa notare l’edizione online di Libero, gli spot che il Ministero dello Sviluppo Economico ha realizzato per il passaggio in tv si parla di un passaggio all’alta qualità. In tal senso si accoda anche l’editore Discovery Italia.

In Italia, questo editore, possiede ben 9 canali gratuiti sul digitale terrestre. Così come sta avvenendo sulle altre reti, anche Discovery sta avvisando gli utenti di quello che accadrà il prossimo 8 marzo. Di seguito analizziamo nel dettaglio cosa accadrà a questi 9 canali.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

Digitale terrestre: cosa succede dall’8 marzo ai 9 canali di Discovery

digitale terrestre
Telecomandi posti su un tavolo (via pixabay)

Partiamo dal presupposto che lo switch off caratterizzerà tutti i canali. In particolare, però, stiamo prendendo in esame il caso di Discovery Italia. A partire dal prossimo 8 marzo in poi, gli utenti non potranno più vedere i canali dell’editore in questione se non posseggono una TV o un decoder che riesce a decodificare il flusso MPEG-4 in HD.

I nove canali che i telespettatori rischiano di non vedere più sono i seguenti:

  • Nove
  • Real Time
  • DMAX
  • Giallo
  • Motor Trend
  • Food Network
  • Garden TV
  • K2
  • Frisbee

Si tratta di alcune reti molto seguite perché mandano in onda programmi che riescono ad intrattenere. Si pensi, ad esempio, a Real Time e DMAX, ma anche K2 e Frisbee dedicati ai più piccoli. Ricordiamo che non avverrà nessun cambiamento della numerazione LCN, ma l’attuale bassa risoluzione SD, a partire dal prossimo 8 marzo, cambierà  in MPEG-2 in alta risoluzione HD MPEG-4.

Risintonizzare il decoder o il televisore dopo lo switch off vi farà capire se il vostro apparecchio è in grado di recepire il cambiamento. Qualora sintonizzandovi su questi canali vedeste uno schermo nero, allora dovete essenzialmente cambiare il dispositivo. Esiste una valida opzione, molto economica, che con soli 20 euro vi permetterà di guardare la tv. Si tratta del “Leelbox Decoder Digitale Terrestre, DVB-T2 Ricevitore Digitale Terrestre HDMI Full HD”. Vi basterà digitare semplicemente questa dicitura su Amazon e lo troverete facilmente.