Come rendere più sicure le tue chiamate con la crittografia

Rendere sicure le tue comunicazioni telefoniche è sempre più importante in un mondo in cui le chiamate sono all’ordine del giorno, soprattutto a causa delle pandemia di Covid-19. Ecco perché i dispositivi mobile sono sempre più fondamentali perché consentono di inviare messaggi, telefonate, videochiamate, chat di gruppo e altri modi di comunicare.

Tutto ciò rende essenziale la necessità di sapere come crittografare le telefonate. Infatti, ogni giorno le aziende subiscono attacchi informatici contro telefoni cellulari, applicazioni e altri strumenti di comunicazione.

Comunicare in maniera sicura è fondamentale per proteggere i tuoi dati e la privacy degli utenti. La crittografia può garantire la massima tranquillità e proteggerti dai criminali informatici che non potranno intercettare informazioni preziose o sensibili.

La crittografia consente di avere una messaggistica sicura, trasferimenti di file protetti e privacy garantita. Inoltre, hai anche l’occasione di migliorare la tua privacy con queste VPN gratuite che ti permettono di navigare in totale sicurezza e lontano dagli occhi indiscreti di malfattori. Vediamo quali sono i modi migliori per crittografare le tue chiamate.

Protocollo VoIP

Devi sapere che VoIP è uno standard di comunicazione che consente agli utenti di effettuare chiamate vocali e video tramite una connessione internet. In questo contesto, è importante avere una sicurezza di rete sufficiente e misure di crittografia per le chiamate in maniera tale da garantire una comunicazione sicura.

Infatti, i criminali informatici possono intercettare comunicazioni VoIP non crittografate, soprattutto su reti non sicure. Per questo motivo, le aziende dovrebbero scegliere solamente dei provider VoIP che offrono anche crittografia end-to-end, utilizzano delle reti wireless sicure con tecnologia TLS oppure SRTP.

Come crittografare le telefonate da telefono fisso

Oggigiorno, le telefonate da rete fissa sono sempre meno utilizzate perché le persone utilizzano per lo più gli smartphone e le call tramite Skype e altri canali. Tuttavia, è importante ricordare che le linee fisse sono particolarmente sicure e gli attacchi dei criminali informatici sono più complessi.

In ogni caso, un modo diffuso per migliorare la sicurezza delle chiamate su rete fissa è quello di utilizzare dei telefoni sicuri e crittografati.

Come crittografare le chiamate sui cellulari

Come detto, le chiamate tramite rete mobile sono sicuramente le più diffuse in tutto il mondo. Negli ultimi anni, inoltre, il costo di queste chiamate è drasticamente diminuito consentendo a tutti di usufruirne in qualsiasi momento della giornata.

Tuttavia, i telefoni comunicano tra di loro attraverso dei segnali di rete e le persone con le giuste conoscenze potrebbero essere in grado di intercettare i discorsi che intercorrono tra una persona e l’altra.

Fortunatamente, lo sviluppo tecnologico ha consentito di sviluppare delle tecniche di crittografia che permettono di trasferire i dati in maniera riservata senza che questi vadano nelle mani di malintenzionati. Ovviamente, la sicurezza delle comunicazioni per telefoni cellulari varia in base alla tecnica di crittografia che viene messa in campo.

In primo luogo, si potrebbero utilizzare delle app per smartphone che hanno come unico obiettivo quello di crittografare le chiamate e garantire la tua privacy. Queste applicazioni sono valide per effettuare chiamate vocali e video oppure con altre app di messaggistica istantanea come Whatsapp.

Se, invece, preferisci comunicare tramite e-mail ma hai timore che informazioni preziose possano andare sotto le grinfie di criminali informatici, ci sono anche dei software che ti garantiscono maggiore tranquillità quando condividi dati sensibili.

Devi sapere che, fortunatamente, un numero sempre maggiore di servizi di posta elettronica contengono protocolli di crittografia integrati e progettati per salvaguardare le tue chat.

Infine, è importante ricordare che gli utenti con sistemi operativi Android e iOS rappresentano la fetta più grande di persone in possesso di smartphone. Pertanto, i loro dispositivi archiviano tonnellate di informazioni quotidianamente che possono attirare individui malintenzionati come gli hacker.

In questo caso, è altrettanto importante adoperare iniziative per crittografare i cosiddetti dati inattivi in maniera tale da impedire l’accesso a informazioni personali. Fortunatamente, la crittografia dell’archiviazione dello smartphone è abbastanza semplice in quanto consente di crittografare l’intera memoria e impostare un codice d’accesso per garantire la protezione necessaria.