Andare in montagna in sicurezza: le raccomandazioni da tenere a mente

Andare in montagna in piena sicurezza: ripassa le raccomandazioni di cui avrai bisogno per non correre alcun rischio. Cosa fare in caso di…

montagna
(Foto: Dipartimento Protezione Civile)

In occasione della Giornata Internazionale della Montagna, il Dipartimento nazionale di Protezione Civile dà consigli per vivere la montagna in sicurezza. Pianifica il percorso, consulta sempre i bollettini meteo e segui le raccomandazioni del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico. Cosa raccomanda il CNSAS? Vediamo insieme il vademecum pubblicato dal Corpo Nazionale. Partiamo dalla prevenzione e dagli aspetti fondamentali da tenere presenti quando si decide di effettuare una escursione:

  • Pianificare preventivamente il percorso.
  • Scegliere le escursioni tenendo conto della propria preparazione tecnica e della propria condizione psico-fisica.
  • Non andare da soli, se possibile, in montagna; comunicare a familiari e/o amici l’itinerario che verrà percorso, e portare sempre al seguito un cellulare per eventuali richieste di soccorso.
  • Attivare l’app “salvavita” GEORESQ sul cellulare! Aiuterà i soccorritori a trovarti in caso di bisogno.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!


  • Attrezzarsi adeguatamente in relazione all’attività programmata, al percorso, alla quota e alla stagione. Vestirsi in maniera adeguata facendo particolare attenzione alle calzature.
  • Avere nello zaino un ricambio completo asciutto, una giacca anti piogga/vento, cibo e soprattutto delle bevande. Non devono mancare un piccolo kit di pronto soccorso e una lampada frontale.
  • In caso di imprevisti (difficoltà elevate, pericoli ambientali, maltempo e altro) bisogna essere consapevoli e rinunciare. Chi si trovasse in difficoltà – spiega il CNSAS – non deve farsi prendere dal panico, ma mettersi in posizione di sicurezza e attendere i soccorsi.
  • Ricordarsi di osservare le norme vigenti in materia di Covid-19.

LEGGI ANCHE –> Cosa fare in caso di neve e gelo: i tre consigli da seguire

Le raccomandazioni per vivere la montagna in sicurezza

montagna
Il Dipartimento della Protezione Civile

Come allertare i soccorsi in montagna. Per tutte le emergenze in zone montane impervie o in grotta chiama il 118 richiedendo espressamente che sia allertato il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico. Qualora si contatti il 118, bisogna cercare di non spostarsi dal luogo in cui ci si trova: si faciliterà l’individuazione da parte dei soccorritori; si potrebbe non essere più raggiungibili telefonicamente a poca distanza dal punto in cui prima c’era copertura; cambiando luogo si potrebbe addirittura peggiorare la propria situazione. Gli operatori del 118 chiederanno tutte le informazioni indispensabili, e daranno opportuni consigli in attesa dell’arrivo dei soccorsi. Poche regole utili e intelligenti possono salvare una vita.