MasterChef Italia, cosa succede al cibo avanzato: la confessione di Barbieri

Cosa succede al cibo avanzato durante le registrazioni delle puntate di MasterChef Italia? La confessione di Bruno Barbieri.

MasterChef
Bruno Barbieri, uno dei giudici di MasterChef (via screenshot)

Nel programma di cucina più conosciuto, guardato e commentato d’Italia, si fa un largo uso di tanti ingredienti per la preparazione dei piatti per le varie prove. I concorrenti, infatti, per ogni sfida hanno a disposizione la dispensa per poter fare una “spesa” che consenta loro di cucinare il piatto in base alle richieste dei giudici.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

In ogni puntata, gli aspiranti chef devono utilizzare una serie di pietanze per poter realizzare i piatti che poi andranno presentati per il giudizio dei giudici. In tanti, da casa, si saranno domandati dove finisce il cibo che non viene consumato nel corso della puntata. A rispondere è proprio uno dei pilastri del programma televisivo: Bruno Barbieri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Cannavacciuolo apre Laqua by the Lake: località, costi e caratteristiche

MasterChef: la verità sul cibo avanzato

MasterChef
Il logo del noto programma di cucina (via screenshot)

Bruno Barbieri ha confessato che il cibo confezionato presente durante le registrazioni di MasterChef viene conservato. Tutta la roba fresca, invece, ha necessità di essere smaltita al momento e quindi c’è chi lavora dietro le quinte che ha il compito di consumarla. In sovrimpressione, per i più attenti, la produzione ha scritto che in ogni caso il cibo utilizzato non viene sprecato.

LEGGI ANCHE >>> The Crown 5, cambia la regina: svelato il nuovo volto di Elisabetta II

C’è, poi, l’aspetto caritatevole, spesso celato. Con l’aiuto di associazioni dedicate, come Banco Alimentare Lombardia, gli avanzi trovano nuova vita nelle mense. Si tratta di un’ottima iniziativa per non sprecare carne, pesce, verdura e, soprattutto, consentire ai più bisognosi di potervi accedere.

L’intervista a Bruno Barbieri

“La mia cucina preferita? Ce ne sono tante, ma una su tutte la cucina libanese o meglio orientale. Sogni? Ne ho tanti. Nella vita devi averne nel cassetto, senza si spegne tutto. Spero di continuare per l’eternità MasterChef, di avere una vita lunghissima e di continuare a cucinare. Momento più difficile della mia carriera? La prima volta che dirigevo una brigata. In quel momento ti rendi conto che sei tu con il tuo modo di essere e di porti. Fortunatamente è andato tutto bene”, ha detto Barbieri ai microfoni della produzione della trasmissione di cucina.