Sergio Caputo, cosa fa oggi ‘Il Garibaldi Innamorato’ di Sanremo ’87

Sergio Caputo è noto al pubblico per la sua partecipazione a Sanremo ’87. La sua carriera spazia tra diversi generi musicali.

Sergio Caputo
Il noto cantautore ha avuto una lunga carriera anche all’estero (screenshot youtube)

Da più di quarant’anni il cantautore Sergio Caputo si diletta tra il pop, il jazz e lo swing, prediligendo gli spettacoli dal vivo. Il suo esordio è del 1978 con il 45 giri Libertà dove sei/Giorni di Festa. Cinque anni dopo arriva il primo successo con l’album Un sabato italiano.

Leggi anche->Love is in the air, le anticipazioni del 27 luglio: la verità sui genitori di Eda

Negli anni seguenti il successo aumenta al punto di aver bisogno di una band che lo accompagni nei concerti. Nel 1987 arriva la partecipazione al Festival di Sanremo, con il brano Il Garibaldi Innamorato. Si classificò 21esimo davanti a Nada, Nino BuonocoreMario Castelnuovo.

Sergio Caputo, la carriera dopo Sanremo

Sergio Caputo
Il cantante ha di recente criticato la kermesse sanremese (via web)

Sergio Caputo, dopo l’avventura sanremese pubblicherà altri album, trascorrendo molto tempo negli Stati Uniti. Proprio oltreoceano raccoglierà i maggiori successi: That Kind of Thing, uscito nel 2003, è annoverato come uno dei 50 dischi più ascoltato nelle Radio R&R americane. Nel 2005 si è aggiudicato il premio di SmoothJazz.com per il maggior numero di download come album indipendente.

Leggi anche-> Enrico Bertolino, show contro il Covid: “Ironia contro il virus”

Di recente ha pubblicato due singoli: il primo a luglio del 2020, intitolato Ma che lurida estate. Il secondo, Gossip, è stato scartato dall’ultimo Festival di Sanremo. Proprio nei confronti della kermesse l’artista ha espresso le sue perplessità. In un’intervista all’Ansa ha detto: “La scelta degli artisti oggi si basa su personaggi, anche se sbucati dal nulla pochi mesi prima. Io dal 1988 non sono stato più invitato e non so spiegarmi il perché. I brani così scarseggiano di qualità e vengono dimenticati rapidamente. Siamo circondati da cantanti che non cantano e sedicenti vip che fanno i vip di mestiere“.

Proprio il suo ultimo brano affonda la critica a questa società, definita così: “Viviamo in un’era nella quale successo e gossip sono proporzionalmente legati. Gran parte della tv è legata al gossip, che di conseguenza fa aumentare la curiosità del pubblico. Anche al Festival si premiano i personaggi e non i musicisti. Quello che conta è il chiacchiericcio. Non importa se sai fare qualcosa, interessa di più il nuvolone intorno a te“.