Calciomercato Napoli, problema dalla Germania: accordo a rischio

Il calciomercato del Napoli riceve una brutta notizia dalla Germania. Un accordo già chiuso potrebbe improvvisamente volatilizzarsi.

Calciomercato Napoli
Aurelio De Laurentiis studia una soluzione adeguata (via Getty Images)

In questi primi scorci di calciomercato il Napoli sta sistemando alcune cessioni, con altre che rimangono ancora delle ipotesi. Luciano Spalletti è concentrato sul campo, mentre la società lavora senza sosta per avere una rosa all’altezza per la prossima stagione. Senza i Nazionali i lavori vanno a rilento.

Leggi anche-> Calciomercato Juventus, il ritorno più atteso: è ufficiale

Non tutti gli affari però sembrano potersi realizzare. Dalla Germania infatti arrivano delle notizie contrastanti sul futuro di un ex azzurro. La scelta di questo calciatore potrebbe cambiare in peggio i conti del club. Servirà quindi la mediazione delle due dirigenze e dell’agente del calciatore per evitare il peggio.

Calciomercato Napoli, Younes vuole rompere l’accordo

Il sospettato che vuole rompere le uova nel paniere azzurro è Amin Younes. L’attaccante ha trovato poco spazio in azzurro e per questo un’estate fa ha deciso di traferirsi in Bundesliga. Con la maglia dell’Eintracht Francoforte è riuscito a tornare su buoni livelli, non abbastanza per essere convocato agli Europei. Tra le due società vige un accordo di riscatto del cartellino, fissato a 3 milioni, alla fine della scorsa stagione.

Leggi anche-> Calciomercato Napoli, colpo dalla Lazio: finalmente in azzurro!

La squadra tedesca vuole esercitarlo ma il calciatore all’improvviso ha cambiato idea sulla situazione. Il motivo è legato ad una recente offerta proveniente dagli Emirati Arabi, che gli permetterebbe di guadagnare un ricco stipendio. Per questo, secondo calciomercato.com, pare che il giocatore voglia rompere l’accordo e volare direttamente ad Abu Dhabi per firmare il nuovo contratto. Ci sarà però da convincere un osso duro come De Laurentiis, abituato a non mollare la presa e affrontare di petto le questioni. Il patron azzurro ha quindi un’altra grana da risolvere, dopo la questione Insigne. Con il capitano è tutto ancora da risolvere ed il calciatore ha solo un anno di contratto, esponendo la società al rischio di liberarsi gratis tra sei mesi.