Scuola, De Luca avverte: “Se necessario rinviamo l’inizio dell’anno”

Il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, fa il punto sulla situazione vaccini. L’attenzione è massima anche sulla scuola.

Vaccini
Le parole del governatore campano (via web)

Come di consueto, Vincenzo De Luca ha presieduto la diretta Facebook parlando della situazione relativa al Covid. I temi sul tavolo sono due: l’avanzamento della campagna vaccinale e la futura apertura delle scuole. Tema molto caro al Governatore, che vuole evitare quanto accaduto lo scorso anno.

Leggi anche-> Capri, chi era Emanuele Melillo: il conducente morto nell’incidente

Nel 2020 ci fu una prima apertura in zona gialla, che però ebbe una breve durata. Successivamente gli studenti campani furono costretti a mesi di Didattica a Distanza, alternati in primavera a classi riempite solo per metà della capienza. Una situazione da non ripetere, visti i disagi subiti dagli studenti.

Vaccini, la scelta fatta da De Luca

Vaccini
Una dose di vaccino (Getty Images)

Il presidente della Regione Campania ha affermato: “Dopo l’estate valuteremo quando cominciare l’anno scolastico in base al livello di vaccinazione che avremo della popolazione studentesca. Vogliamo arrivare al 70% di immunità di gregge, anche se questo dovesse ripercuotersi in un ritardo dell’inizio dell’anno scolastico“.

Leggi anche-> Ariano Irpino, violenza sessuale su minori: in manette un uomo di 53 anni

De Luca precisa che il rinvio ha lo scopo di “avere classi nelle quali abbiamo la metà degli studenti in Dad e la metà in classe. Sarebbe un disastro e va evitato nella maniera più assoluta. Dobbiamo vaccinare tutti a scuola per avere l’immunità di gregge, per non avere proprio la Dad: dipende solo da noi avere il 70% della popolazione studentesca vaccinata, usiamo per riuscirci queste giornate di luglio e l’ultima di agosto, poi vedremo. Intanto voglio ringraziare il personale scolastico della Campania, immunizzato al 100%. Una prova di grande responsabilità“. In questi giorni inoltre si moltiplicano gli Open Days nella città di Napoli. Chiunque sia registrato al portale Soresa può, dopo aver ricevuto apposita notifica, recarsi al centro vaccinale per ricevere l’inoculazione. Le ASL sono poi alla costante ricerca di coloro che non hanno risposto ai richiami nelle scorse settimane.