Premier League, uno dei calciatori accusato di pedofilia: di chi si tratta

Premier League, uno dei calciatori della massima serie inglese è accusato di un grave reato: paese e stampa britannica sotto shock

Everton pedofilia
Getty Images

La Premier League è sotto shock. Il massimo campionato di calcio inglese è stato scosso da una notizia clamorosa. Venerdì scorso un calciatore dell’Everton, club di Liverpool, è stato arrestato nella Grande Contea di Manchester per pedofilia e rilasciato su cauzione.

Il clamore è pari al riserbo che c’è attorno al calciatore che il club ha eretto. La società ha comunque annunciato che un proprio tesserato è sospeso dagli allenamenti mentre la polizia farà le sue indagini. Nessun nome ma tanti indizi: sarebbe un calciatore 31enne che veste anche la maglia della propria nazionale e che nel corso della sua carriera ha avuto trasferimenti milionari da un club a un altro.

Nella nota il club ha fatto sapere che non rilascerà ulteriori comunicazioni e che collaborerà che le autorità nel corso delle indagini. Sul web subito è partita la ‘caccia’ per individuare il calciatori e dalle poche informazioni a disposizioni molti hanno fatto il nome di Gylfi Sigurdsson, lo stesso che scrive anche il giornale Liverpool Echo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Rinnovo Insigne, il Napoli ha deciso: fissato il prezzo per la cessione

Premier, all’Everton presunto caso di pedofilia: Inghilterra scossa

Logo Everton (Getty Images)

La stampa inglese riporta la notizia affidandosi a fonti che sarebbero vicino alla polizia. Un tema delicato in attesa di comunicazioni ufficiali e pertanto le prima informazioni che circolano possono essere soggette a smentite.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, all’Ospedale del Mare riapre il Covid center: aumentano i contagi

Alcuni giornali hanno scritto che una fonte vicino alla polizia ha rivelato che ci sarebbe stata anche una perquisizione a casa dell’indagato che resta sotto indagini dopo il pagamento della cauzione. La polizia a casa del calciatore avrebbe anche sequestrato degli oggetti in relazioni a gravi reati di cui è accusato e che sarebbero stati commessi nei confronti di un minore.