Coronavirus Campania, il bollettino Regione di oggi 16 luglio

Il bollettino coronavirus della Regione Campania di oggi 16 luglio. I numeri e i dati aggiornati su contagi, positivi, morti e guariti.

Bollettino Campania
Bollettino Campania 16 luglio

Il presidente Vincenzo De Luca ha fatto oggi il punto della situazione su contagi, campagna vaccinale, Green Pass e le altre misure per il contenimento dell’epidemia nella Regione Campania. “Entro la prima decade di ottobre arriviamo a 4,6 milioni di doppie dosi. È l’obiettivo che ci siamo dati per raggiungere l’immunità di gregge annuncia il presidente di Regione, che da tempo invita la popolazione a vaccinarsi.


Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!


In merito alle notizie degli ultimi giorni con l’aumento dell’indice di contagio e del tasso di incidenza, De Luca ha espresso ancora una volta la sua posizione critica: “Mi auguro che non ci siano nuove zone gialle, che si ragioni sulla quantità di ricoveri e non sui numeri del contagio. Qualunque Ministero della Salute o commissario al Covid responsabile avrebbe provveduto a fare un lavoro di prevenzione, non lo hanno fatto. La Campania ha ricevuto meno vaccini di tutti. Se dovessero immaginare zone gialle, la metà della responsabilità sarebbe di questi signori che se ne sono infischiati della Campania.

LEGGI ANCHE –> Covid, aumenta l’indice Rt: torna la zona gialla

Il bollettino Campania di oggi

bollettino Campania
Regione Campania

Coronavirus Campania, il bollettino di oggi: 204 positivi, 7325 tamponi molecolari e 5482 tamponi antigenici, 1 morto nelle ultime quarantotto ore e 3 deceduti in precedenza ma registrati ieri.

Report posti letto su base regionale in Campania.
Posti letto di terapia intensiva: 656 disponibili, 12 occupati.
Posti letto di degenza: 3160 disponibili tra posti letto Covid e offerta privata, 171 occupati.

LEGGI ANCHE –> Napoli, cosa fare nel weekend dal 16 al 18 luglio

Scuole in presenza a settembre: il piano della Regione

La Campania mira alla riapertura delle scuole in presenza, ma in condizioni di sicurezza. Per farlo bisognerà completare la vaccinazione della popolazione studentesca. La Regione ha annunciato che sarà fatto un programma apposito per la fascia 16-18 anni da vaccinare tra luglio, agosto e inizio settembre.