Raffaella Carrà, dettagli sulla malattia: le rivelazioni del medico

Spuntano i primi dettagli sulla malattia che ha portato alla morte Raffaella Carrà. Andiamo quindi a vedere del medico del Policlinico Gemelli.

Raffaella Carrà
I primi dettagli sulla scomparsa della regina della tv (via screenshot)

La morte di Raffaella Carrà ha sconvolto il mondo dello spettacolo italiano. Infatti la regina della tv aveva mantenuto il massimo riserbo sulla malattia che l’aveva colpita. Pian piano, però, dopo la sua tragica morte stanno spuntando ulteriori dettagli sulla patologia che le ha stroncato la vita. L’ex cantante e conduttrice si è spenta a 78 anni dopo essere stata ricoverata prima alla Clinica Villa del Rosario di Roma e poi al Policlinico Gemelli.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Anna Tatangelo: “Sono stata molestata”. Il racconto da brividi

A rivelare i primi dettagli sul decesso della regina della tv, ci ha pensato il portale di gossip ‘Dagospia’. Stando al portale di Roberto D’Agostino la showgirl aveva un tumore ai polmoni. Sul sito si può leggere: “Non voleva vedere nessuno tranne i familiari, gli assistenti e le persone a lei più care, come Sergio Japino. A seguirla nella terapia era stato il professor Paolo Marchetti, uno degli oncologi romani più apprezzati“.

Raffaella Carrà, dettagli sulla sua morte: aveva un tumore ai polmoni

Raffaella Carrà
La showgirl in un esibizione a Sanremo (via Getty Images)

Nelle ultime ore sulla scomparsa della Carrà si è pronunciato anche il professor Giovanni Mangiaracina dell’Università La Sapienza. Infatti con un’intervista ad una radio, il professore fatto il punto sulla situazione clinica dell’artista durante la trasmissione ‘Genetica Oggi’ di Radio Cusano Campus.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Britney Spears, il manager e l’avvocato la abbandonano: cosa è accaduto

Infatti il professore Mangiaracina ha ricordato come anche la madre della Carrà sia morta a 63 anni proprio per un tumore ai polmoni. Stando al professore a peggiorare la situazione ci sarebbe stata anche la propensione a fumare di Raffaella. Infatti per Mangiaracina è questo il destino per chi fuma, con le sigarette che ci hanno portato via la Carrà dieci anni prima. Inoltre su base scientifica il dottore ha concluso affermando: “Il polmone della donna è più piccolo rispetto a quello degli uomini. Quindi anche gli effetti negativi sono triplicati“.