Smartphone affetto da malware: quando accade e come proteggerlo

I nostri smartphone sono sempre a rischio di essere infetti da malware: scopriamo quando accade e come proteggerli

Smarphone
I rischi del malware, strumento pericoloso per tutti i devices (Foto di Jan Vašek da Pixabay)

Basta un attimo e il nostro smartphone diventa inutilizzabile. Con l’arrivo della connessione Internet sui dispositivi mobili i pericoli e rischi informatici si sono moltiplicati. Dato che molti di noi raccolgono molte informazioni su di esso, diventano merce preziosa per i malintenzionati. I quali possono sottrarre i nostri dati in poche mosse.

Leggi anche-> Amazon, offerte assurde di luglio: i codici sconto per averle quasi gratis

Per questo nascono malware, strumenti messi a punto per insidiarsi indisturbati all’interno dei dispositivi. Agendo in incognito, possono intrufolarsi nel nostro telefono e rubare dati preziosi. Ecco come il codice della carta di credito oppure la password rubata del conto corrente permette di farci perdere molti soldi.

Smartphone, come proteggerlo dai malware

Smartphone
Esistono dei rimedi efficaci per evitare questi rischi (Foto di Niek Verlaan da Pixabay)

Ci sono però degli accorgimenti che ognuno di noi può mettere in pratica. Come ad esempio prestare attenzione ad alcune anomalie nel nostro telefono. Un calo di prestazioni o consumi energetici elevati ne sono una dimostrazione. Se la batteria si scarica in fretta o la CPU gira al massimo, è molto probabile che siate incappati in un malware. Infatti questi ultimi necessitano di molta energia per agire.

Leggi anche-> WhatsApp, altra novità per gli audio: utenti entusiasti

Altro segnale da non sottovalutare è la comparsa di pubblicità, anche molto aggressive. Questo è un modo per distrarre l’utente, che si chiederà come sia possibile che appaiano così tanti banner durante la navigazione. La scomparsa di alcune app o il consumo eccessivo di dati rientrano anch’essi in queste caratteristiche. Per evitare questi rischi è consigliabile navigare sempre su siti sicuri, che hanno il ‘lucchetto’ affianco al proprio dominio. Installate poi solo applicazioni direttamente dal vostro store, senza affidarvi a siti terzi oppure non sicuri. Infine, prestate attenzione quando aprite le email: a volte i malintenzionati inviano messaggi simili ad alcune grandi aziende, spacciandosi come responsabili o dirigenti. Se avete dubbi, meglio informarsi direttamente con l’azienda stessa e, se del caso, cancellare il messaggio senza aprire o cliccare sui link.