Capri, natante imbarca acqua: in salvo sei turisti

Paura per quanto avvenuto oggi pomeriggio nei pressi di Capri. Un’imbarcazione ha cominciato ad imbarcare acqua: in sei erano a bordo.

Capri
Capri (Foto: Pixabay)

Momenti di apprensione questo pomeriggio nei pressi dell’isola di Capri. Un natante che si trovava ad un centinaio di metri dalla spiaggia di Marina Piccola. La barca proveniva da Torre Annunziata, misurava cinque metri di lunghezza con 6 persone a bordo. Improvvisamente ha cominciato ad imbarcare acqua, rischiando di affondare.

Immediati i soccorsi dei dipartisti e dei bagnini che hanno anche allertato la Capitaneria di Porto. Sul posto è arrivata la motovedetta Sar858 che ha recuperato i passeggeri a bordo. L’imbarcazione invece è stata ormeggiata nei pressi di una boa per evitare che affondasse. Tanta paura ma alla fine nessuno ha riscontrato danni o ferite.

LEGGI ANCHE –> Meteo, allerta caldo in Campania: cosa succede nei prossimi giorni

Capri, il soccorso dei passeggeri

Capri
I Faraglioni di Capri (Foto: Pixabay)

Durante il trasbordo i sei sono stati portati alla Capitaneria di Porto nei pressi di Marina Grande. Al momento sono in corso gli accertamenti per accertare la dinamica dell’incidente. E’ ancora da verificare infatti come sia accaduto l’incidente e se l’evento sia da addebitare ad una manovra azzardata oppure ad un malfunzionamento della barca. Per fortuna, come detto, nessuno dei passeggeri ha riportato ferite. Questo anche grazie alla tempestività dei soccorsi. La barca si trovava presso la baia dei Faraglioni, quando si è capovolta.

LEGGI ANCHE –> Italia-Austria, disordini a Bolzano dopo la gara: tre poliziotti feriti

Il rischio che i passeggeri annegassero era alto ma la presenza di una numerosa folla in mare e sulla spiaggia ha permesso di evitare il peggio. Di certo non un week end felice per le persone a bordo, che speravano di potersi rilassare nel primo fine settimana da caldo torrido. Tuttavia la situazione poteva essere ben peggiore, se si pensa che poteva avvenire anche in alto mare, dove l’acqua è più profonda e non era certa la presenza delle imbarcazioni sulla stessa rotta. Maggiori informazioni saranno note nei prossimi giorni, quando la Capitaneria potrà ricostruire meglio la vicenda.