Regola del gol fuori casa abolita: cosa cambia nelle competizioni europee

La UEFA ha deciso di abolire ufficialmente la regola del gol fuori casa: un cambiamento epocale nella storia delle competizioni europee.

regola gol fuori casa
Coppa dell’ultima edizione della Champions League (Getty Images)

La UEFA, nelle ultime ore, ha reso noto di aver approvato la proposta di rimuovere la regola dei gol fuori casa. Dalla prossima stagione, quindi, a partire dalle partite di qualificazione alle competizioni europee, non bisognerà più fare troppi calcoli per decretare chi passa il turno. Al posto del valore dato alle reti segnate in trasferta, infatti, la Uefa ha deciso di introdurre una nuova modalità.

In cosa consisteva la regola? Serviva sostanzialmente a decretare chi, in uno scontro diretto in caso di parità, avesse dovuto superare il turno. Fino a quando vigeva questa norma, la squadra con il maggior numero di gol segnati in trasferta avrebbe ottenuto la possibilità di approdare al turno successivo. Ma cosa come cambiano le cose ora?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, Giuntoli pronto al primo colpo: offerti 12 milioni

UEFA, abolita la regola del gol fuori casa

Regola gol fuori casa
Tutte le novità sulla massima competizione europea (via Getty Images)

In Champions, Europa e Conference League, dalla prossima stagione, il passaggio del turno, in caso di pareggio in scontri diretti, non si sancirà più con la regola del gol fuori casa. La UEFA, decidendo di abolirla, ha introdotto una nuova modalità: si giocano due tempi supplementari da 15′ ciascuno e, in caso di ulteriore parità, si finisce ai calci di rigore.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, programmate 5 cessioni: Maldini ha già deciso

La regola, oggi abolita, aveva visto la luce nel lontano 1965. L’attuale presidente della Uefa, Aleksander Ceferin, ha commentato con soddisfazione ed entusiasmo il cambiamento epocale attuato nelle competizioni europee a partire dalla prossima stagione. “Il vantaggio in casa oggi non è più così significativo come una volta”, ha detto il numero uno della UEFA.