De Magistris, monito alla Regione: “Rispettare decisioni del Governo”

Il sindaco di Napoli  De Magistris si allinea alla decisione del Governo. E lancia un monito alla Regione riguardo alle mascherine all’aperto.

Napoli
Il sindaco di Napoli chiede chiarimenti al Governo (Getty Images)

La decisione sulle mascherine vede Governo e Regione Campania su due fronti diversi. Da un lato l’autorità nazionale vuole rimuovere al più presto l’obbligo. Dall’altro il Governatore Vincenzo De Luca che invece ha dichiarato di mantenerlo nel proprio territorio. Nella questione anche Luigi De Magistris ha voluto dire la sua.

Leggi anche-> Torre Annunziata, aggredito perché omosessuale: la denuncia

Il primo cittadino napoletano chiede che venga fatta chiarezza: “Se il Governo decide che il 28 verranno tolte le mascherine all’aperto, l’obbligo deve decadere. Ognuno può avere il proprio pensiero, dato che il nostro paese si basa sulla democrazia. Questo però non può portare un presidente della Regione a decidere altro“.

De Magistris, chiesti chiarimenti all’esecutivo

De Magistris
Il sindaco all’hub vaccinale di Capodichino (via Screenshot)

Il sindaco vuole che venga fatta chiarezza, come dichiarato a margine dell’incontro con Aleida Guevara, figlia del Che. “Il governo deve agire con chiarezza e far rispettare le sue decisioni su tutto il territorio nazionale“. Un monito al presidente della Regione, che si era espresso con termini ben diversi ed opposti. Infatti De Luca ha dichiarato come rimarrà l’obbligo delle mascherine all’aperto. Il governatore ha poi anche chiesto ulteriori chiarimenti per quanto concerne la situazione vaccini, che sconta una pessima comunicazione ripercuotendosi sulla campagna vaccinale e la conseguente immunizzazione.

Leggi anche-> Campania, De Luca tuona: “Mascherina all’aperto anche in estate!”

Quanto all’ex magistrato, la sua posizione è molto chiara: “Ho un pensiero molto lineare sulla questione. Sono pienamente d’accordo con quanto ha dichiarato il Governo. Non penso che possano esistere posizioni diverse rispetto alla linea da seguire. Siccome c’è una pandemia, la linea la devono dettare l’esecutivo nazionale ed il commissario Figliuolo. Anche perché loro alle spalle hanno organi medici e scientifici con i quali consultarsi. Credo che le mascherine all’aperto non abbiano più motivo di esistere, anzi rischiano di essere controproducenti“.