Diletta Leotta, decisione ufficiale sul futuro: dove sarà da settembre

Arriva la decisione ufficiale sul futuro di Diletta Leotta: dove sarà la conduttrice dalla prossima stagione

Dazn gratis
Diletta Leotta per DAZN (Getty Images)

Niente addio e voci completamente smentite. Diletta Leotta farà parte della squadra di Dazn anche per la prossima stagione, rinnovando il precedente contratto. Come riporta l’Adnkronos, la piattaforma sportiva ha pubblicato un post sul proprio profilo Instagram che ritrae la giornalista siciliana con il microfono e l’immancabile mascherina.

Una squadra che si allarga e registra l’arrivo di un’altra importante figura. Si tratta di Giorgia Rossi, che dopo anni alla guida dei tg sportivi e programmi Mediaset decide di accettare l’offerta del gruppo inglese. Un arrivo che aumenta la qualità della piattaforma, in vista anche di una cruciale ed importante stagione calcistica.

LEGGI ANCHE –> Achille Lauro, dalla musica al film: il nuovo accordo gli cambia la carriera

Diletta Leotta, il futuro resta DAZN

Diletta Leotta
La sfida è ora non perdere clienti in vista della prossima stagione (Getty Images)

L’emittente infatti si è aggiudicata in esclusiva ben 7 gare di Serie A, con altre 3 in co-esclusiva con Sky. L’azienda ha dichiarato di essere pronta e aver implementato le proprie tecnologie, nonostante i dubbi degli utenti permangano. Negli scorsi anni, infatti, la visione delle gare non è sempre stata eccellente, con blocchi ed interruzioni che hanno fatto infuriare i tifosi. Quest’anno la prova è ben più ardua, con molte più gare da trasmettere. Un aiuto inaspettato però potrebbe arrivare dalle prossime riunioni della Lega Calcio.

LEGGI ANCHE –> Diritti tv, Dazn rifiuta la maxi offerta di Sky per le gare di Serie A

Sul tavolo rimane infatti la proposta di spezzettare il campionato, dividendolo in più fasce orarie. La motivazione è semplice: in questo modo i club più piccoli aumenterebbero la loro visibilità, avendo una maggiore platea di pubblico. Altro motivo che potrebbe spingere a questa decisione è il vantaggio che ne trarrebbero i club in Europa. Con più orari, infatti, sarebbe possibile avere maggiori tempi di recupero tra una gara e l’altra. Le decisioni però latitano ad arrivare anche a causa della spaccatura successiva alla Super League. Molte squadre non hanno infatti perdonato la scelta fatta da JuventusInterMilan nonostante il dietrofront dopo le minacce dell’Uefa di esclusione dalle coppe.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da DAZN Italia (@dazn_it)