Campania, De Luca dà il via libera al mix di vaccini: i dettagli

Arriva il via libera al mix di vaccini anche da parte del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che aveva mostrato remore.

De Luca
Il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca (foto pagina Facebook)

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha reso note alcune novità in merito alle restrizioni relative alla campagna vaccinale introdotte negli ultimi giorni. In un lungo post pubblicato sui propri canali ufficiali aveva elencato quattro punti che la Campania avrebbe seguito per proseguire le somministrazioni dei farmaci. In particolare, la Regione non avrebbe somministrato più i vaccini a vettore virale (AstraZeneca e Johnson&Johnson) agli under 60 per continuare solamente inoculando Pfizer e Moderna. Il nodo cruciale, però, riguardava il richiamo, specialmente per chi, sotto ai 60 anni, aveva ricevuto la prima dose di AstraZeneca.

La Regione si era schierata apertamente a sfavore del mix di dosi. La motivazione – si legge nella nota- riguardava principalmente “preoccupazioni scientifiche che invieremo al Governo, e rispetto alle quali sollecitiamo risposte di merito, in mancanza delle quali, manterremo la nostra linea di rifiuto del mix vaccinale”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Variante Delta, sintomi e copertura dei vaccini: cosa sappiamo

Campania, il presidente De Luca dà il via libera al mix di vaccini

Campania vaccini
Una dose del vaccino AstraZeneca (Getty Images)

Nelle ultime ore, però, il Governo ha fornito le delucidazioni che i presidenti delle Regioni, tra i quali anche Vincenzo De Luca, stavano aspettando. Nella nota del ministero della Salute si leggono rassicurazioni importanti. “I dati attualmente disponibili, derivanti in particolare da 2 studi clinici condotti rispettivamente in Spagna e in Inghilterra forniscono informazioni rassicuranti in merito all’efficacia (in termini di buona risposta anticorpale) e alla sicurezza (in termini di accettabilità degli effetti collaterali) sul completamento del ciclo vaccinale, con un vaccino a mRNA, nei soggetti di età inferiore ai 60 anni che abbiano già effettuato una prima dose di vaccino Vaxzevria (ciclo vaccinale misto)”, si legge nel comunicato.

LEGGI ANCHE >>> Vaccini, a Napoli stanno finendo le scorte: oggi aperti 2 hub su 5

A seguito di questa nota, quindi, il presidente De Luca ha deciso di fare un dietrofront rispetto alla decisione riguardante il mix vaccinale. La Campania, quindi, praticherà i richiami per i cittadini sotto i 60 anni che hanno ricevuto una prima dose di AstraZeneca con uno degli altri due farmaci, Pfizer o Moderna. Non cambia, invece, la posizione in merito alla sospensione definitiva delle inoculazioni con i vaccini a vettore virale. Sia Johnson&Johnson che AstraZeneca non saranno più somministrati in Campania.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vincenzo De Luca (@vincenzodeluca)