Giugliano, aggressione al personale sanitario: intervengono i Carabinieri

Ancora una volta il personale di un ospedale è stato aggredito. Questa volta accade a Giugliano, dove sono dovuti intervenire i Carabinieri.

Giugliano
Grave episodio all’ospedale di Giugliano (via web)

Dopo essere stati a rischio per la mancanza dei posti letto, gli ospedali tornano ad essere luoghi nei quali il personale sanitario non è al sicuro. Soprattutto nel territorio campano i rischi di aggressione si stanno moltiplicando, diventando una brutta abitudine che mette a rischio medici ed infermieri. In questi mesi molti direttori e medici lamentano l’assenza di forze dell’ordine che possano tutelare anche la salute dei camici bianchi.

Leggi anche-> Napoli, carabinieri interrompono festa di comunione: 20 multe

L’ultimo episodio in ordine cronologico avviene a Giugliano, all’ospedale San Giuliano nel reparto di Medicina Generale. L’aggressione è nata dall’accusa dei familiari di una donna che non avrebbe ricevuto cure mediche adeguate. La situazione è poi degenerata con alcuni medici e  parte del personale che hanno riportato alcune contusioni. Solo il tempestivo intervento dei Carabinieri ha impedito l’aggravarsi di uno scenario già di per sé molto serio. Si attendono ora i risultati degli accertamenti delle forze dell’ordine

Giugliano, la denuncia del consigliere Borrelli

Giugliano
L’intervento delle forze dell’ordine ha evitato il peggiorarsi della situazione (Foto Carabinieri Napoli)

Gli episodi di violenza negli ospedali diventano ormai abitudine negli ultimi tempi nel territorio campano. A denunciare una situazione molto delicata è il consigliere regionale Borrelli sul proprio profilo Facebook: “Siamo all’ennesima aggressione al personale sanitario. Questa volta un gruppo di persone ha aggredito e spintonato il personale, accusandolo di non aver curato a dovere un proprio familiare. Alcuni riportano delle lievi contusioni“.

Leggi anche-> Posillipo, schiuma e liquami versati a mare: “Sono gli scarichi illegali”

Per il politico bisogna trovare un rimedio a questa situazione. “E’ necessario installare in modo permanente dei presidi delle forze dell’ordine dei nosocomi. In più bisogna infliggere pene severe per i responsabili di questi atti. Altrimenti gli atti di questi scellerati non termineranno mai”. Così ha concluso nel suo post il consigliere di Europa Verde. Il quale rimane in prima linea nella lotta all’inciviltà e ai fenomeni di illegalità della provincia napoletana.