Rai, furto da milioni di euro: rubato anche il cavallo di Viale Mazzini

Nuovo furto alla Rai, con i criminali che hanno preso il cavallo di viale Mazzini: trafugate opere d’arte dal valore di milioni di euro.

Rai Furto
Il cavallo di Viale Mazzini (Getty Images)

Caos alla Rai dopo l’ennesimo furto ai danni della televisione statale. Infatti stando alle ultime notizie ci sarebbero delle frodi da milioni di euro. Stando alle prime indiscrezioni il bottino ammonta a circa 120 opere d’arte originali trafugate. A svelare il furto ci avrebbe pensato un articolo de ‘Il Messaggero‘. Infatti i furti sarebbero stati compiuti su tutto il territorio nazionale.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Castel Volturno, scoperto l’asilo del terrore: bambini picchiati e torturati

I ladri avrebbero portato via quadri, sculture e oggetti di vario tipo, per un totale di circa 1.500 pezzi. Una perdita milionaria per la Rai, con gli inquirenti che starebbero indagando sul furto di Viale Mazzini. Infatti hanno preso parte all’operazione i carabinieri per la Tutela del patrimonio culturale, ente stabilito proprio per limitare questo tipo di furti. Andiamo quindi a vedere i risultati delle prime indagini in casa Rai.

Rai, altro furto a Viale Mazzini: oltre 1500 pezzi rubati

Cicciano
Operazione dei carabinieri dopo i furti in Rai (via Getty Images)

Ad indagare sul caso ci sta pensando il pm Francesco Marinaro, che ha fatto partire un’inchiesta per cercare di capire cosa sia successo. Al momento sarebbero indagati tre dipendenti della azienda pubblica, che al momento ricorda come gli uomini sotto torchio siano solo ‘sospetti’. Al momento però regna il mistero intorno alla faccenda. Inoltre secondo le prime indicazioni i furti sarebbero iniziati addirittura nel 1996.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Miano, uomo gambizzato per questioni di camorra: la ricostruzione dei fatti

Sparite anche quattro miniature del cavallo di Viale Mazzini, alcune di bronzo altre d’oro, create dallo scultore Francesco Messina. L’opera, infatti, è proprio uno dei simboli della televisione di stato. Tra le tante opere rubate ci sarebbero addirittura ‘Vita nei Campi’ di Giorgio De Chirico e la ‘Domenica della buona gente’ di Renato Guttuso. Adesso la pressione è sugli inquirenti che dovranno riuscire a scovare il responsabile.