Ischia e Procida, boom turismo: isole mete più richieste

La Campania comincia a vedere la luce in fondo al tunnel. In particolare ad Ischia si registrano i numeri migliori nel settore turistico.

Ischia
L’isola verde registra numeri positivi(via web)

Torna l’estate e tornano anche i turisti. La campagna vaccinale ed il calare delle ospedalizzazioni permettono una ripresa anche delle prenotazioni. Il trend favorevole continua anche per il ponte del 2 giugno, facendo registrare risultati soddisfacenti.

Leggi anche-> Boscoreale, fuga dai carabinieri: l’nseguimento finisce con un incidente

Come rende noto la capitaneria di porto di Ischia le navi e gli aliscafi sbarcati tra ieri e stamattina registrano un aumento considerevole di passeggeri. Nel dettaglio, sono settemila e cinquecento le persone che dai porti dell’isola hanno affollato ristoranti, spiagge e parchi idrotermali.

Ischia, ottima la presenza negli alberghi

Ischia
Le isole tornano a registrare numeri importanti (Foto di falco da Pixabay)

Per l’isola verde queste presenze rappresentano una boccata d’ossigeno. Dopo più di un anno in chiaroscuro, si cerca di ritornare ad una parvenza di normalità. La speranza è che nei prossimi mesi questi numeri possano ulteriormente aumentare.

Nello specifico, gli arrivi si dividono in due gruppi principali. Il primo ha scelto il weekend dal 28 maggio sino ad oggi. Il secondo invece arriverà nei prossimi giorni per rimanere tutto il weekend e lasciare l’isola dopo domenica 6 giugno. Ci sarà quindi un pienone nelle strutture ricettive e nei locali.

Buoni numeri anche per Procida

Anche Procida registra segnali positivi nel settore del turismo. La Capitale della Cultura 2022 affronterà questo periodo come banco di prova per il prossimo anno. La speranza è di ospitare l’evento senza restrizioni o situazioni di pandemia.

Leggi anche-> Fuorigrotta, incendio sulla collina: fiamme dovute al troppo caldo

Guardando ai numeri, a Marina Grande sono arrivate, tra ieri ed oggi, ben quattromila e quattrocento persone. Il che ha da subito affollato il piccolo centro storico. Si registrano dei disagi al momento degli imbarchi a causa della mancanza di sufficienti posti sulle imbarcazioni. Con le attuali normative è possibile infatti occupare solo il 50% della capienza, nel rispetto delle disposizioni anti-Covid previste anche per i trasporti marittimi.