Fedez si autocensura per soldi: clausola per banche e assicurazioni

Dopo le polemiche sorte a seguito del suo intervento al Concertone del Primo Maggio, spunta una clausola contrattuale che autocensura Fedez a favore di banche e assicurazioni.

Fedez
Federico Leonardo Lucia, in arte Fedez (Getty Images)

L’artista, durante il Concertone del Primo Maggio, ha tenuto un discorso a sostegno del DDL Zan ed ha fatto i nomi di alcuni personaggi appartenenti al partito della Lega che avrebbero fatto dichiarazioni aberranti contro l’omosessualità. La polemica sorta a seguito di questo intervento del cantante ha generato un caso di risonanza mediatica nazionale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Partita del Cuore, Aurora e Ciro dei The Jackal hanno mentito: l’accusa

Nei giorni successivi, poi, l’artista ha pubblicato il video della registrazione della chiamata con alcuni dei vertici RAI che, prima dell’evento, lo invitavano a rivedere quanto avrebbe portato sul palco. Insomma, si è sollevato un polverone contro la censura e la lottizzazione della tv di Stato. Nei giorni scorsi, la commissione di vigilanza Rai ha deciso di non ascoltare la versione dei fatti dell’artista. Ora, quindi, bisognerà capire come evolverà la questione. Intanto, l’Espresso ha realizzato un’inchiesta che potrebbe compromettere l’immagine di Fedez.

Fedez si autocensura per soldi: i dettagli sulla clausola presente nel contratto

Fedez
Federico Leonardo Lucia, in arte Fedez, e sua moglie Chiara Ferragni (Getty Images)

L’artista, secondo quanto appreso da L’Espresso, avrebbe accettato di autocensurarsi a favore di banche ed assicurazioni per soldi. Il gruppo Be, azionisti e finanziatori di Doom, l’azienda amministrata dalla mamma dell’artista, Annamaria Berrinzaghi, gli ha imposto una clausola che lui ha accettato.

LEGGI ANCHE >>> Supervivientes, Valeria Marini sotto attacco: “Hai ca**to per terra”- VIDEO

Nel contratto che L’Espresso mostra in esclusiva, è presente una dicitura che vieta a Fedez di “rilasciare dichiarazioni inerenti al settore bancario e assicurativo che cagionino un danno alla società”. Qualora questa parte dell’accordo non venga rispettata si arriverebbe all’interruzione dell’accordo che dovrebbe fruttare ai Ferragnez ben 15 milioni di euro solo nel 2021.