Tiziana Cantone, disposta la riesumazione del corpo

Tiziana Cantone, la Procura indaga per omicidio ha stabilito l’autopsia che dovrebbe avvenire nei primi dieci giorni di giugno

Tiziana Cantone
Tiziana Cantone

La Procura di Napoli Nord ha disposto la riesumazione del corpo di Tiziana Cantone, la ragazza 31enne che nel 2016 si tolse la vita a Mugnano di Napoli. Fu vittima di revenge porn perché alcuni video in atteggiamenti intimi che sarebbero dovuti rimanere privati furono diffusi sul web.

A dicembre la Procura riaprì il caso per alcune anomalie riscontrate dai periti nominati dalla famiglia come la cancellazione di alcuni dati dall’iPhone e iPad della ragazza. C’è ipotesi di frode processuale ma a spingere la famiglia a far andare avanti le indagini furono soprattutto le modalità della morta.

Si impiccò con un foulard ma fu rivelato che il segno sul collo era di oltre due centimetri, troppi per un capo di abbigliamento di quel genere. Sul foulard su anche fatta un’analisi e fu ritrovato un Dna maschile.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tiziana Cantone, si riapre il caso: 19 anomalie su iPhone e tablet

Tiziana Cantone, i dubbi della Procura e della famiglia

Tiziana Cantone (foto Facebook)

Teresa Giglio, la mamma della ragazza, da tempo chiedere la riesumazione del corpo per effettuare l’autopsia. Prosegue dunque l’indagine contro ignoti che ipotizza l’omicidio e non il suicidio della ragazza dopo il ritrovamento del Dna maschile. La riesumazione dovrebbe avvenire nella prima decade di giugno.

Oltre a chiarire la questione della scomparsa dei dati sui dispositivi elettronici, c’è da far luce anche sulla scomparsa di una catenina con il volto di Gesù dalla quale la ragazza non si separava mai.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tiziana Cantone, caso riaperto: indagini sul foulard usato per impiccarsi

Tiziana Contone in questi anni è diventata il simbolo della lotta al revenge porn prima ancora che venisse scritta una legge in merito. La Procura precedentemente aveva aperto un fascicolo per istigazione al suicidio ma poi fu archiviato. Solo successivamente, con la scoperta della cancellazione dei dati e del Dna su foulard, si è ipotizzato l’omicidio.