Coronavirus, il bollettino di oggi 24 maggio

Covid Italia, il bollettino coronavirus di oggi 24 maggio: contagi, positivi, guariti e morti a livello nazionale nelle ultime ventiquattro ore.

bollettino coronavirus
Bollettino coronavirus 24 maggio

L’Italia ha immunizzato con prima e seconda dose oltre 10 milioni di persone, il 17,2% della popolazione ha completato il ciclo vaccinale. Nel nostro Paese questa mattina si sono superati i 31 milioni di somministrazioni di dosi, una media di utilizzazione del 93,7% di dosi consegnate a Regioni e Province Autonome. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha diffuso un importante messaggio: “Sostieni i tuoi cari incoraggiandoli a vaccinarsi contro il Covid-19. I vaccini funzionano e sono efficaci per prevenire forme gravi della malattia. In particolari gli adulti anziani meritano e hanno bisogno di protezione dal Covid. Incoraggiali a vaccinarsi contro il Covid alla prima opportunità”.

In America intanto l’altissima percentuale di vaccinati mostra i primi frutti. La città di New York riapre le scuole, a settembre tutti gli studenti faranno lezioni in presenza. Sarà abolita l’opzione per la didattica a distanza. Tornando in Europa, invece, c’è il caso Madrid: per la prima volta da settembre nella capitale spagnola nessuna zona è sottoposta a restrizione di mobilità per il Covid. Un importante segnale di miglioramento della situazione sanitaria in Spagna e nella Comunità Autonoma di Madrid, appunto.

LEGGI ANCHE –> Heather Parisi, la triste rivelazione: “Voleva distruggermi”

Il bollettino coronavirus di oggi

bollettino coronavirus
Coronavirus Italia

Il bollettino coronavirus di oggi: 2.490 contagi, 110 morti, 7.032 guariti. 107.481 tamponi analizzati nelle ultime ventiquattro ore in Italia, il tasso di positività resta tutto sommato stabile al 2,3% (+0,1%).

-28 terapie intensive | -211 ricoveri

GUARDA QUI –> Sanremo 2022, Cristiano Malgioglio annuncia: “Vado per vincere”

L’ultimo report diffuso dall’Istituto Superiore di Sanità ha evidenziato il calo dell’indice di contagio Rt. Il tasso di incidenza decresce in tutte le fasce d’età, a partire da quelle più giovani e in maniera ancora più marcata in quelle fasce d’età vaccinate in Italia con priorità (over 80 e over 70).