WhatsApp, più privacy per tutti gli utenti: non è l’unica novità

WhatsApp è pronta ad assicurare più privacy a tutti i suoi utenti, ma non è l’unica novità. Arriva un aggiornanamento sui messaggi che si autodistruggono.

WhatsApp privacy novità
Tutte le novità presenti sull’applicazione di messaggistica (via Screenshot)

La grande novità di WhatsApp sono i messaggi che si autodistruggono, in grado anche di proteggere la nostra privacy. Infatti la funzione è stata accolta benissimo dagli utenti dell’applicazione di messaggistica. Questa funzione è già presente sulla Beta sia di iOS che di Android. Inoltre se inizialmente il messaggio si auto-eliminava dopo 7 giorni, adesso gli sviluppatori hanno aggiunto una nuova durata: 24 ore.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Digitale terrestre, eliminati molti canali TV in questi giorni: la lista

Sarà quindi possibile inviare un messaggio visibile per un solo giorno, proprio come accade per lo ‘Stato‘. WhatsApp punta rafforzare ancora di più questa funzione aggiungendo la ‘disappearing mode‘. Infatti a breve i messaggi effimeri potranno essere visualizzati ancora per un numero minore di tempo. Ovviamente la funzione sarà attivabile direttamente dalle ‘Impostazioni’ e con molte probabilità arriverà anche sulle chat di Gruppo.

WhatsApp, tante novità sulla privacy: da sabato attivi in nuovi ‘terms of service’

WhatsApp utenti
Tutte le novità presenti sull’applicazione (via Screenshot)

Dallo scorso sabato 15 maggio sono entrati in vigore i nuovi termini di servizio di WhatsApp. Infatti adesso i dati delle chat dell’applicazione di messaggistica saranno condivisi con Facebook e Messanger. L’obiettivo è rafforzare al sezione ‘shop‘ del social network, creando così un contatto diretto tra cliente ed azienda. Inoltre l’aggiornamento è obbligatorio e chi non ha ancora accettati vedrà l’app di messaggistica impedire loro alcune azioni.

POTREBBE INTERESSARTI >>> TIM, la promozione per navigare in 5G a soli 5 euro: tutti i dettagli

Infatti senza cliccare il tasto ‘accetta’, altrimenti l’applicazione impedirà di effettuare e ricevere chiamate e videochiamate, rendendo quindi inutile l’app sul proprio smartphone. Questo sarebbe il motivo che avrebbe suscitato l’indignazione di diversi utenti. Infatti non sono pochi coloro che hanno scelto di trasferirsi sulle applicazioni rivali come Signal e Telegram. Dopo diverse proteste, alla fine, gran parte degli utenti ha deciso di aderire ai nuovi termini di servizio.