Benevento, Vigorito denuncia: “Mazzoleni ammazza le squadre del Sud”

Oreste Vigorito, presidente del Benevento, ha sfogato la propria rabbia nei confronti della direzione arbitrale ai microfoni di Sky.

Vigorito
Oreste Vigorito, presidente del Benevento (via social)

Il presidente del Benevento ha voluto esprimere la propria rabbia ai microfoni di Sky Sport al termine del match disputato dalla sua squadra contro il Cagliari. In particolare, il patron del club campano ha denunciato un comportamento arbitrale che, secondo lui, avrebbe svantaggiato la squadra del Sud.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, cosa succede a fine stagione tra Gattuso e De Laurentiis

Il match contro la squadra sarda ha avuto un esito negativo per i campani che, purtroppo, hanno perso per 3-1. Dopo l’iniziale pareggio di Lapadula, in risposta al gol di Lykogiannis, il Cagliari ha dilagato con le reti di Pavoletti e poi Joao Pedro nel finale. Al Benevento, però, non è piaciuto l’arbitraggio del match. Sul risultato di 1-2, infatti, i campani avrebbero potuto eventualmente pareggiare con un rigore procurato da Viola per un fallo di Asamoah. L’arbitro di gara, Doveri, assegna il penalty, ma richiamato da Mazzoleni in cabina Var, va a riguardare l’episodio. Dopo la revisione, quindi, arriva la decisione di revocare il rigore: questa scelta ha mandato su tutte le furie il patron del Benevento.

Benevento, la furia di Vigorito al termine del match contro il Cagliari

Vigorito
Oreste Vigorito, presidente del Benevento (Getty Images)

“Il problema è Mazzoleni. Mi hanno detto che quando si vuole ammazzare il Sud si manda Mazzoleni”, ha detto ai microfoni di Sky Sport il presidente del Benevento. “Le immagini sono state viste da tutta Italia e solo per Mazzoleni non era rigore. Tanti messaggi mi hanno confermato che quando si vuole ammazzare una squadra del Sud, si manda Mazzoleni.

LEGGI ANCHE >>> Spezia-Napoli 1-4: highlights, voti, pagelle e tabellino

“È una vera e propria vergogna quella che è accaduta oggi. Mi mandassero dove vogliono, non so se resterò nel mondo del calcio, ha fatto sapere ai microfono di Sky Sport durante la sfuriata in diretta.