Napoli, movida violenta: accoltellato un 17enne a Chiaia

Episodio di violenza durante la notte della movida di Napoli. Infatti, ben oltre il coprifuoco, è stato accoltellato un 17enne: scopriamo il perchè. 

Napoli Movida
Una pattuglia della polizia di notte (via Polizia di Stato)

Incidenti nella movida di Napoli, da oramai due settimane in zona gialla. Infatti due giovani si sono scontrati, con uno dei due che è finito in ospedale accoltellato. Il ragazzo di appena 17 anni è stato colpito ben oltre il coprifuoco delle 22, con il giovane trasportato d’urgenza in ospedale. L’episodio è avvenuto sotto gli occhi dei tanti giovani che hanno affollato le strade ben oltre l’orario del coprifuoco.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Mattarella, il Presidente sugli anni di piombo: “Bisogna fare piena luce”

Una tragedia sfiorata avvenuta in via Arcoleo, nel quartiere Chiaia. Subito dopo l’accoltellamento c’è stato un via vai generale. Il ragazzo, originario di Miano, adesso è in ospedale e non sembrerebbe essere in pericolo di vita. Adesso, infatti, è ricoverato al nosocomio Vecchio Pellegrini.

Napoli, 17enne accoltelalto durante la movida: cosa è successo

Napoli Movida
La ricostruzione di quanto accaduto nella notte (via social)

Dopo l’accoltellamento del 17enne, la squadra mobile del nucleo operativo di Chiaia si è messo subito alla ricerca dell’aggressore. Stando alle prime notizie il tutto è successo poco prima delle ore 22:30, quando tra il panico generale il giovane era sanguinante a terra. Secondo gli inquirenti le indagini sarebbero vicino alla conclusione, ed adesso si cerca solo di fermare l’aggressore che poi verrà interrogato su quanto accaduto.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Perugia, detenuto napoletano evade dal carcere: è caccia all’uomo

Le sue generalità, infatti, sono fornite proprio dal ragazzo ferito ed adesso ricoverato al Pellegrini. A disposizione delle forze dell’ordine ci sono anche le immagini delle telecamere di sicurezza presenti in zona. Inoltre queste immagini serviranno anche per verificare il racconto del ragazzo. Si cerca di capire anche se l’aggressore era in compagnia di complici. Inoltre nella giornata di ieri, commercianti ed abitanti della zona hanno espresso la loro preoccupazione per le troppe persone in strada.