Superlega, tre squadre europee a rischio squalifica

Non si placa la polemica relativa alla Superlega. I club rimasti all’interno rischiano una dura squalifica dall’Uefa.

Superlega
Ceferin ha in mente la strategia contro i club dissidenti (Getty Images)

Uscite dalla Superlega o ci saranno ripercussioni. E’ questo il messaggio che trapela dagli organi UEFA al termine di una diatriba durata settimane. Che è ancora lontana dalla parola fine, visto che alcuni club sono refrattari a riconoscere l’autorità del massimo organo. europeo.

Leggi anche-> Calciomercato Napoli, un difensore nel mirino: sostituirà Maksimovic

Al momento nove club sono usciti ma permangono tre club secessionisti. Sono Real MadridBarcellona e Juventus che permangono nella loro idea. E che potrebbero correre rischi maggiori rispetto a quelli che hanno ritrattato subito dopo le polemiche.

Superlega, le condizioni firmate dai nove club

Superlega
Dure sanzioni in arrivo per il club di Florentino Perez (Getty Images)

Sul sito della federazione che riunisce le associazioni calcistiche europee è possibile scorgere i dettagli dell’accordo firmato dai nove club uscenti. Questi ultimi si impegnano ad accettare le condizioni dell’UEFA e parteciperanno alle relative competizioni in caso di qualificazione per meriti sportivi.

Inoltre ogni squadra “pentita” si impegnerà a donare 15 milioni di euro, che verranno destinati ad iniziative benefiche nel mondo del calcio. Inoltre saranno ridotti del 5% i ricavi acquisiti nell’ambito delle competizioni europee, ridistribuendoli tra le altre partecipanti.

Maggiori rischi per le tre squadre rimanenti

Infine, nel caso venga violato l’accordo, ci saranno multe fino dai 50 a 100 milioni di euro. Le sanzioni saranno applicate nel caso in cui una squadra partecipi a competizioni non autorizzate, come anche nell’ipotesi che violi in qualsiasi modo l’impegno sottoscritto.

Ma le conseguenze peggiori permangono per le due spagnole e i bianconeri, ostinati e convinti di essere dalla parte del giusto. In questo caso la federazione guidata da Ceferin medita anche delle conseguenze pesanti.

Leggi anche-> Calciomercato Napoli, non solo Spalletti per la panchina: spunta una novità

Dal semplice risarcimento alla clamorosa esclusione dalle coppe europee, che danneggerebbe economicamente i club con le casse già in rosso. Di sicuro la battaglia è appena cominciata ed il discorso continuerà molto probabilmente anche durante l’estate.