WhatsApp, c’è la data dell’addio: parte l’esodo di utenti

Spunta la data dell’addio definitivo di alcuni utenti da WhatsApp. L’applicazione non fa passi indietro e gran parte dell’utenza è pronta a trasferirsi.

WhatsApp addio
L’applicazione pronta ad abbandonare gran parte dell’utenza (via Screenshot)

Il 15 maggio è la data dell’addio di diversi utenti da WhatsApp. Dopo il rinvio di diversi mesi, l’applicazione ha deciso di confermare i nuovi termini di servizio, nonostante le proteste degli utenti. Il nuovo Tos, infatti, prevede la condivisione di dati (e quindi chat) tra WhatsApp e Facebook, scelta che ha scatenato l’ira dell’utenza. Sono sempre di più gli utenti che temono per la propria privacy e sono pronti ad abbandonare.

POTREBBE INTERESSARTI >>> 4G, una falla mette a rischio la sicurezza degli utenti

Una scelta necessaria per chi non vuole accettare i nuovi termini di servizio. Infatti l’applicazione di messaggistica ha informato l’utenza che chi non accetterà, non potrà più utilizzare l’applicazione a partire dal prossimo 15 maggio. L’account, più specificatamente, non sarà cancellata, ma gli utenti non potranno più ricevere chiamate e notifiche, ma soprattutto non si avrà più la possibilità di leggere i messaggi ricevuti o inviarne di nuovi attraverso il client. Queste novità quindi rendono necessario l’esodo verso concorrenti come Signal e Telegram.

WhatsApp, l’addio degli utenti è più vicino: l’applicazione lancia un’altra novità

WhatsApp addio
Altra novità in arrivo per l’app di messaggistica (via Screenshot)

Nonostante a breve ci sarà l’addio di tantissimi utenti, WhatsApp è pronta a lancaire un’altra graditissima novità. Infatti l’applicazione è pronta a dare un altro omaggio agli eroi di questa pandemia. E’ in arrivo un nuovo pacchetto di stickers denominato ‘Vaccines for All“, con l’obiettivo di sensibilizzare sulla campagna vaccinale. Il tutto arriva in seguito alla seconda collaborazione con l’Oms, che ha promosso l’iniziativa dell’applicazione.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Iliad, come verificare facilmente la copertura della Fibra

Le due parti già hanno collaborato durante il primo lockdown ed in quell’occasione partecipò anche l’Unicef. Infatti in quell’occasione il pacchetto di adesivi fu denominato ‘Insieme a Casa‘. Ancora disponibili all’interno dell’applicazione, gli stickers sensibilizzavano sul come igienizzare bene le mani e soprattutto invitava tutti a non spostarsi di casa per evitare il contaggio. Il nuovo aggiornamento è apprezzatissimo dai fans, sempre più avvezzi ad inviare stickers all’interno delle chat tra amici.