Champions League, cambiano le regole: tutto quel che c’è da sapere

Arriva la pronta risposta della Uefa alla SuperLega, con l’approvazione della nuova Champions League. Si passa da 32 a 36 squadre: tutte le novità.

SuperLega Uefa Champions League
Approvata la rivoluzione della massima competizione europea (Getty Images)

E’ guerra nel calcio europeo con la creazione della SuperLega, con la Uefa che subito risponde approvando la nuova Champions League. Infatti l’approvazione della nuova competizione europea, infatti, arriva con un voto unanime ed inizierà nel 2024, per poi pensare ad una nuova rivoluzione nel 2027. Il tema era caldissimo nella riunione di Montreaux, in Svizzera, dove la Uefa ha dovuto approvare subito la nuova competizione.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Super League, la nuova competizione che fa infuriare la Fifa

Cambia anche il numero delle squadre partecipanti, che passa da 32 a 36. Tra coloro che hanno votato a favore c’è anche il presidente del Paris Saint Germain, Nasser al-Khelaifi, che al momento non ha accettato di far parte della nuova competizione europea, esterna alla Uefa. Inoltre ogni club, dal 2024, giocherà contro 10 avversari differenti con squadre divise in 4 gironi da 9. Inghilterra, Spagna, Germania ed Italia manterranno comunque le quattro squadre, mentre la Francia manterrà le tre formazioni nella competizione.

SuperLega, arriva la nuova Uefa Champions League: chi si qualifica

SuperLega Champions League
Tutte le novità sulla massima competizione europea (via Getty Images)

La Uefa ha anche comunicato come ci si potrà qualificare alla nuova Champions League. Infatti le prime otto classificate andranno agli ottavi di finale, quelle classificate dal 9° al 24° posto giocheranno invece un play-off per gli ottavi. La decisione è arrivata dopo due anni di discussioni con l’ECA. Durante la riunione di Montreux erano tantissimi i temi da affrontare, tra cui anche il format della nuovissima massima competizione europea.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Serie A, paura per la moglie del campione: insulti e minacce di morte

Dopo le contrattazioni e la nascita della SuperLega, la UEFA ha deciso di accettare la proposta della ECA. Inoltre la stessa Associazione dei Club Europei ha subito un vero e proprio terremoto, con le dimissioni di Andrea Agnelli e degli altri membri delle 12 società che hanno deciso di lasciare l’organo calcistico europeo. Inoltre oggi, il presidente bianconero era convocato alla riunione, ma alla fine ha deciso di non partecipare.