Giorgio Mastrota, battuta di cattivo gusto: donne in rivolta! – VIDEO

Giorgio Mastrota, questa sera concorrente de I Soliti Ignoti, è nell’occhio del ciclone per una battuta di cattivo gusto sulle donne: il video.

Giorgio Mastrota
Il conduttore televisivo e volto delle televendite Mediaset (Getty Images)

Il volto del conduttore è associato alle televendite, visto che da anni sui canali Mediaset se ne occupa. In queste ore, però, si trova al centro di una bufera social a causa di alcune uscite recenti. Sotto accusa uno sketch proposto ad Avanti un altro, nel corso della puntata andata in onda ieri sera a Canale 5, in cui provava a vendere alcuni personaggi del programma condotto da Paolo Bonolis.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Amadeus in estrema difficoltà: salvato da alcuni passanti – VIDEO

Si tratta di una gag basata sulla televendita, in cui Mastrota è esperto, non di oggetti ma di persone. Agli spettatori, però, non è piaciuta particolarmente la scelta delle parole fatta dal conduttore e sui social è nata una vera e propria polemica.

Giorgio Mastrota e la bufera per la televendita ad Avanti un altro

Giorgio Mastrota
Il conduttore durante la puntata di Avanti un altro (via screenshot)

Il tutto nasce quando il conduttore di Avanti un altro ha chiamato in causa le doti nella televendita di Mastrota. “Metti che mi fermi per un lasso di tempo, ho una caterva di persone che non posso buttare via. Non li posso abbandonare in autostrada, non puoi sistemarli tu?”, ha detto ironicamente Bonolis. Da lì nasce lo sketch che ha scatenato la polemica sul web.

LEGGI ANCHE >>> Massimo Giletti accusa un malore in diretta: come sta

Mastrota, quindi, improvvisa una televendita e comincia con Miss Claudia. “Signore e signori, ma guardatela! Questa si vende da sola! Il prezzo? Non ha prezzo! Miss Claudia è 100% italiana! Carne nostrana! Qui c’è tutta roba buona!”. Questa scenetta, in particolare, non è piaciuta agli utenti del web che l’hanno definita pietosa ed interpretato il tutto come il cliché della donna oggetto.

>>> CLICCA QUI PER VEDERE LA CLIP INTEGRALE