Blitz anticamorra in sei province: colpito il clan Fabbrocino e rivali

Blitz anticamorra all’alba di oggi: i carabinieri intervengono a Napoli, Salerno, Cosenza, Ancora, Imperia e Reggio Emilia

Blitz anticamorra
Blitz anticamorra, sequestri per 50 milioni di euro (Getty Images)

Da Imperia a Cosenza passando per Napoli e Ancora. I carabinieri questa mattinata sono intervenuti in varie città italiane in un blitz anticamorra. Su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Napoli è stata applicata un’ordinanza di misura cautelare emessa dl Gip del Tribunale partenopeo nei confronti di 26 persone.

Sono vari i reati contestati e i soggetti interessati sono membri di due frazioni contrapposte operanti a Poggiomarino, nel Napoletano, e territori limitrofi. Le indagini dei carabinieri hanno mostrato come in contrasto allo storico clan Fabbrocino si sia contrapposto un altro gruppo, contendendosi il territorio con i soliti e violenti metodi dell’intimidazione, estorsione e droga.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Torre Annunziata, travolto da un treno: il passaggio a livello era abbassato

Blitz anticamorra, sequestrati beni per 50 milioni

(Getty Images)

Nel traffico degli stupefacenti sono emersi contatti con la criminalità organizzata calabrese. Oltre agli arresti c’è stato anche un sequestro preventivo di beni e relazioni finanziarie per un valore totale che si aggira intorno ai 50 milioni di euro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Barra, ragazza ferita durante una stesa di camorra: le condizioni

Oltre Napoli e Salerno l’operazione ha riguardato anche Reggio Emilia. Da anni sono ormai noti i canali di diffusione delle ‘ndrine calabresi che nell’inchiesta sono coinvolti in quanto fornitori di droga per lo spaccio a cui erano dedite le persone arrestate all’alba di oggi. Ancora una volta la Campania è al centro di un importante operazione dei militari. L’episodio è l’ennesimo che mostra quanto siano prolifici e attivi i clan della regione e come ne se formino ancora di nuovi.