WhatsApp, ancora problemi: tutti i ‘bug’ segnalati dagli utenti

Non si fermano le segnalazioni degli utenti riguardanti i problemi di WhatsApp. Infatti sono sempre di più le segnalazioni degli utenti: quali sono.

WhatsApp problemi
Ancora bug segnalati dagli utenti dell’applicazione (via WebSource)

WhatsApp ha da poco lanciato il nuovo aggiornamento per la versione beta, specialmente per quanto riguarda l’applicazione per i device Android. Infatti da Menlo Park è stato pubblicato l’aggiornamento 2.21.8.12. Infatti l’ultimo upgrade avrebbe creato non pochi problemi, segnalati prontamente da tutti gli utenti in possesso dell’app. Il primo problema segnalato, infatti, è l’attribuzione di una data errata ai documenti scambiati in chat.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Servizi Vas, come difendersi da questo tipo di truffe

Ma non solo, un altro bug ha fatto infuriare gli utenti, ossia la scomparsa dell’icona relativa ai messaggi durante la ricerca per parole chiave tra le chat e i messaggi all’interno di una chat. Mentre invece il terzo problema riguarda le anteprime video, che avrebbe mostrato dei piccolo quadratini bianchi chiaramente visibili. Da Menlo Park, però, corrono subito ai ripari e prometto di fixare i problemi il prima possibile.

WhatsApp, non solo problemi: arrivano alcune novità sull’applicazione

WhatsApp novità
Altra novità in arrivo per l’app di messaggistica (via Screenshot)

Su WhatsApp, però, non ci sono solamente problemi con gli sviluppatori che sono sempre pronti a lanciare tantissime novità. Infatti l’aggiornamento comprende una collaborazione con l’Oms per lanciare il nuovo pacchetto di stickers denominato ‘Vaccines for All‘. Inoltre tutti i nuovi stickers saranno disponibili sia per Android che per iOS. L’annuncio è arrivato proprio attraverso la sezione FAQ’s del sito ufficiale di WhatsApp.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Operatori virtuali, pro e contro nella scelta dei cosiddetti MVNO

Infatti nel comunicato Menlo Park annuncia di aver stretto l’accordo con l’Oms, dopo che in questi mesi ha collaborato con 150 governi statali, nazionali e locali. Inoltre già durante il primo lockdown, l’applicazione ha collaborato con Oms e WhatsApp. Infatti durante il 2020, per sensibilizzare sulla pandemia, WhatsApp lanciò una serie di stickers in cui invitava al distanziamento sociale ed al prendere le giuste misure di sicurezza. In quell’occasione il pacchetto di stickers prese il nome di ‘Insieme a casa‘.