Treno Covid free: partito da Roma il primo Frecciarossa

Treno Free Covid dalla capitale a Milano: a bordo con certificato di test negativo effettuato anche in stazione

Treno Free Covid
Frecciarossa di Trenitalia (Getty Images)

Alle 8.50 di questa mattina dalla stazione di Roma Termini è partito il primo treno Free Covid, un Frecciarossa di Trenitalia. Destinazione diretta a Milano poi ritorno nel tardo pomeriggio. Oltre alle norme basilari anticontagio come le mascherine, il divieto di sedersi vicini (c’è la cosiddetta disposizione a scacchiera) e la capienza massima del 50% dei posti disponibili, per salire a bordo ogni persona ha con sé l’esito di un tampone negativo.

Il test deve essere effettuato massimo 48 ore prima della partenza o poco prima presso il gazebo allestito dalla Croce Rossa Italiana in piazza dei Cinquecento a Roma e vicino all’ingresso della stazione metro di Milano.

Per poter viaggiare sul treno Free Covid bisogna rispettare delle procedure preliminari. Al momento della prenotazione del biglietto bisogna specificare se si andrà in stazione con il certificato del tampone o si sceglierà di farlo al gazebo. Nel secondo caso ci sarà da rispettare un orario ben preciso che sarà comunicato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ergastolo ostativo, per la Consulta è incostituzionale: cos’è

Treno Free Covid: biglietto rimborsato se si è positivi

Gazebo CRI a Roma Termini (foto Twitter Croce Rossa Italiana)

I test effettuati in stazione sono antigenici rapidi. Se qualcuno dovesse risultato positivo ovviamente non potrà salire a bordo e gli sarà rimborsato totalmente il prezzo del biglietto. In caso di tamponi negativi (questa mattina a Roma non è stata riscontrata nessuna positività) ai gate dei binari sarà controllata la temperatura, il certificato del test e il biglietto. Oltre ai passeggeri anche il personale sarà sottoposto allo stesso controllo, garantendo così il viaggio in totale sicurezza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus Campania, il bollettino Regione di oggi 15 aprile

Il progetto ha cominciato solo a muovere i primi passi. L’obiettivo è di allargare la rete Free Covid su tutto il territorio nazionale e se possibile consentire anche le fermate per far salire a bordo persone che hanno seguito la stessa procedura.