AstraZeneca, in Italia vaccino agli over 60. Ema: “Legami con trombosi”

AstraZeneca, l’Ema ha evidenziato rari di casi trombosi come effetti collaterali ma anche che i benefici sono maggiore dei rischi

astrazeneca ema
Il vaccino AstraZeneca (Getty Images)

L’attesa risposta dell’Ema sul vaccino AstraZeneca finalmente è arrivata. Il Prac, il comitato per la sicurezza dell’Ema, in una nota dopo la riunione di ieri ha messo nero su bianco che legami con la trombosi ci sono ma sono “effetti collaterali molto rari”. Allo stesso tempo il comitato ha sottolineato che i benefici sono maggiore dei rischi.

Non è stato infatti stabilita alcune limitazione. L’Ema non ha dato indicazioni per quali categorie somministrare il vaccino; la decisione spetterà ai singoli Stati dell’Unione Europea. Quando la decisione dell’Ema è stata resa nota i ministri della Salute si sono riuniti in videoconferenza, senza adottare una linea comune. Ancora una volta l’Ue è risultata spaccata.

Ieri sera Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità, ha raccomandato l’uso del vaccino in Italia solo agli over 60. Nessun problema però per chi è under 60 ed è in attesa della seconda dose.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccinazioni, i dati dell’andamento in Italia: peggiora la Campania

AstraZeneca, ogni paese adotta la propria decisione

 AstraZeneca
Getty Images

L’Ema ha comunque imposto ad AstraZeneca di continuare ad approfondire, di fare ulteriori studi sul legame con la trombosi, anche se si tratta di un evento raro è stato evidenziato che la correlazione riguarda soprattutto le donne che hanno un’età inferiore ai 60 anni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, il bollettino del 7 aprile

Intanto ogni paese, europeo e non, sta adottando le proprie decisioni. Quella dell’Italia è una raccomandazione all’uso per gli over 60, in linea con Germania e Spagna, il Belgio l’ha proibito a chi ha meno di 56 anni mentre anche la Corea del Sud ha fissato la soglia ai 60 anni. In Francia l’età minima è un po’ più bassa, dai 55 in su. Ieri la Mhra, l’omologa dell’Ema in Gran Bretagna, ha sconsigliato AstraZeneca agli under 30. Su 20 milioni di persone che al momento hanno utilizzato questo vaccino, 76 sono i casi di trombosi rare e 19 le morti.