Campania, De Luca: “Troppi positivi, si resta in zona rossa”

Torna a parlare in diretta il governatore De Luca sulla situazione Covid in Campania. Il Presidente annuncerà la conferma della zona rossa.

Covid Campania De Luca diretta
De Luca in diretta sui suoi social (via Screenshot)

Torna a parlare in diretta il governatore Vincenzo De Luca sulla situazione Covid-19. Sarà una diretta cruciale, visto che si annuncerà la colorazione della Campania per la prossima settimana. Stando ai dati dell’Iss, la tanto agognata zona arancione non ci sarà, a causa di un Rt ancora troppo alto e che si attesta al 1,25. Come sempre il governatore tratterà tantissimi temi, ma si soffermerà ancora sulla pandemia. In settimana, De Luca ha chiesto l’approvazione del vaccino Sputnik entro un mese. Andiamo quindi a seguire la diretta.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino Johnson & Johnson, a metà aprile in Italia: in arrivo 400mila dosi

15:25 – De Luca conclude la conferenza stampa ringraziando non solo il personale medico (pubblico e non), ma anche il senso di responsabilità dei cittadini. Il governatore, infine, ha ricordato che solo rispettando le regole usciremo quanto prima dal calvario.

15:23 – Stiamo lavorando anche sul piano della cultura, con la partenza della Mostra sui gladiatori al Mann. Nel frattempo abbiamo concluso la gara per le 4 milioni di tessere di ‘avvenuta vaccinazione’, chi ha fatto la doppia dose già l’ha ricevuta. La tessera serverà per riaprire cinema, ristoranti, musei, centri sportivi e avere una situazione migliore per chi ha avuto entrambe le dosi di vaccinazione“. De Luca ha ribadito di star facendo di tutto per garantire alla Regione una posizione di avanguardia.

15:20 – Nel futuro c’è anche il piano di rilancio dell’Europa, con i fondi europei che serviranno per il rilancio della regione. 60 milioni di investimenti per la regione, con l’apertura anche dell’Ospedale di Sessa Aurunca.

15:19 – Per aprile vorremmo fare questa operazione Capri, Procida, Ischia, avviando quindi anche la campagna di vaccinazione del personale alberghiero. Poi si passerà alle zone industriali delle grandi aziende agricole. Vanno vaccinati anche gli extracomunitari, che non si presentano per paura di essere cacciati. Per questo stiamo pensando di aprire dei centri di vaccinazione nelle zone di grande apertura. L‘importante è non avere in circolazione persone che diffondono contagio“. De Luca quindi chiede al popolo di guardare con fiducia nel futuro, visto che oggi siamo nelle condizioni di uscire dall’emergenza.

15:15 – Negli ultimi giorni abbiamo cercato di favorire un clima di grande mobilitazione generale. Deve essere un movimento generale per vincere questa guerra“. Così De Luca chiede a tutti di dare una mano con grande generosità

15:13 – Per giungere all’obiettivo finale, dovremo utilizzare i medici di base per le vaccinazioni a domicili. Poi dedicare il personale pubblico alle somministrazioni per fasce d’età, ma cominciare a fare anche le vaccinazioni per categorie economiche, dando priorità agli operatori turistici. Il primo obiettivo è l’immunizzazione di tutti i cittadini delle isole“. Così facendo De Luca punta ancora sul turismo, cercando di evitare il sorpasso di Spagna e Grecia.

15:11 – Valutiamo di fare 500 vaccini al giorno per ogni centro vaccinale“. De Luca ribadisce di essere in grado di fare 70mila vaccinazioni al giorno, grazie ai 140 punti vaccineli, accelerazione possibile anche con l’incremento dei vaccinatori. Così facendo si riuscirà ad avere 2 milioni di somministrazioni al mese, in grado di completare l’immunizzazione (due dosi) entro la fine dell’estate, inizio autunno.

15:09 – Il vaccino influenzale cambia ogni anno perchè il virus cambia. Stessa cosa accade per il Covid quindi sollecitiamo l’Aifa a valutare gli altri vaccini presenti sul mercato“.

15:07 – De Luca chiede tempi più rapidi per l’approvazione di Sputnik V, ricordando come i vaccini che stiamo utilizzanti siano efficaci contro il primo virus, ma non è detto che siano efficaci contro le varianti. Infatti ad oggi sappiamo con certezza che per ora i sieri sono in grado di contenere le varianti, ma accelerare con nuovi vaccini significa riuscire a stroncare il virus.

15:04 – Negli ultimi giorni abbiamo risolto il problema dell’incrementare i vaccinatori. Ad oggi abbiamo una disponibilità di oltre 5mila odontoiatri, 1800 giovani medici specializzanti, 1800 farmacisti e 3000 medici di famiglia“. L’aiuto sarà importantissimo per la campagna di vaccinazione che si avvia verso un’accelerazione.

15:02 – Il nuovo commissario Figliuolo intende applicare il criterio ‘un cittadino, un vaccino’, ma dobbiamo ancora recuperare le centinaia di dosi non avute in precedenza“. Una piccola vittoria per la Regione che ha chiesto più volte tale criterio.

15:00 – Prosegue la campagna vaccinale, con tutto il personale medico che ha ricevuto la doppia dose. Risultati eccellenti per quanto riguarda gli ultra 80enni, con la maggior parte che ha ricevuto anche la seconda dose. Inoltre abbiamo anche avviato il lavoro sui pazienti fragili. Mentre sul fronte scuola il 90% del personale è vaccinato“. Così con il governo che si avvia ad aprire elementari e medie, la Campania riesce a garantire la massima sicurezza. Inoltre con un vaccno sicuro De Luca punta a vaccinare anche i giovani studenti.

Covid, De Luca in diretta: “Bisogna entrare in uno stato d’animo diverso”

De Luca
De Luca dal centro di emodialisi di Camposano.

14:56 – I dati quotidiani ci dicono che abbiamo ancora 2mila positivi. Il dato anomalo è il numero dei sintomatici che si attesta sui 300“. L’anomalia sta proprio nell’aggressivita della variante inglese sui giovani.

14:54 – Abbiamo una situazione con un numero di contagi importanti, ma due dati ci rendono all’avanguardia in Italia. Infatti la prima è quella delle terapie intensive a quota 160, in grado di attestare il lavoro di contenimento. Il secondo dato è quello dei decessi, ad oltre 5400 decessi, molti in meno rispetto alle altre regioni“. Così De Luca ricorda come con l’ottimo lavoro non si sono chiusi gli altri reparti.

14:51 – Credo che dobbiamo iniziare ad entrare in uno stato d’animo diverso. Dobbiamo proiettarci verso il futuro, pensando a quello che dovrebbe essere la nostra vita“. Infatti per De Luca ad oggi ci sono tutte le premesse per uscire da questo calvario, ovviamente nel massimo della sicurezza.

14:45 – Inizia la conferenza stampa del governatore Vincenzo De Luca che rivolge alle famiglie campane un augurio di Buona Pasqua, nonostante la situazione non del tutto semplice. Il Presidente ha poi rivolto un saluto affettuoso a tutte le famiglie che hanno perso qualcuno a causa del virus e soprattutto alle famiglie con componenti autistici, vista la giornata dedicata.